Microsoft Windows RT punta al risparmio energetico

 

Microsoft si prepara a lanciare Windows 8, una versione che segna un allontanamento significativo dalle precedenti versioni in quanto supporta i processori ARM

Scritto da Simone Ziggiotto il 16/08/12 | Pubblicata in Microsoft | Archivio 2012

 
Microsoft si prepara a lanciare Windows 8, una versione che segna un allontanamento significativo dalle precedenti versioni in quanto supporta i processori ARM. La società con sede a Redmond è molto entusiasta di ciò che ha realizzato con Windows 8 RT (cosi' è come viene chiamata la versione ARM) e del tipo di hardware che i suoi partner OEM hanno progettato.

Uno dei maggiori vantaggi dei processori x86 ARM oltre a Intel o AMD è l'efficienza energetica. Windows 8 RT è stato progettato per ridurre il consumo di energia, consentono anche di avere batterie più piccole, che a sua volta significa dispositivi più sottili e leggeri.

Il risparmio energetico è collegato allo standby del dispositivo, che è la risposta al dilemma di scegliere tra spegnere completamente il computer o mantenerlo in standby per continuare a ricevere le notifiche dalle applicazioni avviate.

Avere la modalità standby accesa equivale ad avere il sistema operativo in sospensione, in cui Windows mantiene una connessione sempre attiva per nuovi eventi, come la ricezione di un messaggio di posta elettronica. In ogni caso, la modalità standby consuma meno energia di quanto il computer è acceso (ad esempio lo schermo è spento, quindi non c'è illuminazione).

Windows 8 RT devices

Nel grafico qui sotto potete vedere alcune cifre della durata della batteria di un dispositivo Windows 8 RT mentre si riproduce un video HD, confrontato con la modalità standby attiva. Le batterie per i dispositivi Windows RT variano dai 25Wh ai 42Wh, mentre le dimensioni dello schermo variano tra 10.1 pollici e 11.6 pollici per laptop e tablet.

Microsoft Windows RT efficenza energetica

In ogni caso, il desiderio di Microsoft è di ridurre il consumo di energia. Gli sviluppatori hanno analizzato tutti i chip che consentono l'interazione touch, scegliendo la soluzione che richiedesse il minor dispendio di energia. Tuttavia, il nuovo design con cui è stato realizzato Windows 8 per ARM ha altre caratteristiche davvero interessanti: una di queste  è il tracciamento del movimento del dito a 100 Hz (vedi filmato).

Qui di seguito potete vedere un filmato realizzato da Microsoft Research che mostra i benefici del tracciamento  ad ala frequenza. 

Microsoft Research


 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?