Microsoft nel mirino degli hacker dopo Apple e Facebook

 

Non si fermano gli attacchi hacker a property americane

Scritto da Redazione il 23/02/13 | Pubblicata in Microsoft | Archivio 2013

 
Non si fermano gli attacchi hacker a property americane.

Dopo avervi annunciato gli attacchi al New York Times, a Twitter, Facebook e Apple, questa volta nel mirino è finita Microsoft.

Si tratta senza dubbio della serie di attacchi più pesanti mai registrati negli Stati Uniti.

Anche in questo caso, sotto accusa un exploit Java, che ha permesso agli hacker di infestare alcuni computer utilizzati nella rete Intranet Microsoft.

Un attacco quasi identico a quello subito da Facebook: anche in quel caso, l'attacco era stato compiuto sfruttando alcuni notebook poco aggiornati.

Dalle prime fonti ufficiali, sembrerebbe un nuovo attacco di matrice cinese, a conferma di quanto scoperto di recente con accuse di cyberspionaggio a carico addirittura di enti militari cinesi.

Una vera e propria cyberguerra quella messa in piedi dalla Cina, con attacchi a tutto spiano ad aziende statunitensi.

Microsoft ha annunciato che al momento non ci sarebbero stati problemi relativi al furto di dati in quanto l'attacco ha colpito alcuni Pc e Mac utilizzati dai dipendenti.
 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?