Microsoft: sorpresa, il nuovo CEO potrebbe essere Bill Gates

 

Mentre la ricerca del nuovo capo di Microsoft continua, diventano più chiare due cose: nessuna decisione sarà presa a Gennaio e Bill Gates avrà un ruolo sempre di maggior visibilità

Scritto da Maurizio Giaretta il 21/01/14 | Pubblicata in Microsoft | Archivio 2014

 

Microsoft: sorpresa, il nuovo CEO potrebbe essere Bill Gates

Mentre la ricerca del nuovo capo di Microsoft continua, diventano più chiare due cose: nessuna decisione sarà presa a Gennaio e Bill Gates avrà un ruolo sempre di maggior visibilità.

Non manca comunque molto per scoprire il nome dell'eletto, che quasi sicuramente sarà noto in tempo per il Build 2014 di Aprile. La lista dei pretendenti per il momento include Satya Nadella, Tony Bates e Stephen Elop. Fino a pochi giorni fa c'era anche Alan Mulally, che ha chiarito di voler rimanere il CEO di Ford.

Giovedì saranno annunciati i risultati trimestrali, dunque qualsiasi annuncio è assolutamente da escludersi per i prossimi due giorni. Non è comunque da escludere la possibilità che proprio quel palcoscenico possa venire usato per la proclamazione.

Nel frattempo Steve Ballmer non ha ancora dato le dimissioni. La società sotto la sua guida (è CEO dal 2008) ha avuto poca lungimiranza, non essendo stata in grado di anticipare alcuni trend di fondamentale importanza come quello degli smartphones e dei tablet. In questi cinque anni sono tuttavia aumentati le vendite e il fatturato.

E SE FOSSE BILL GATES A RIPRENDERE IN MANO LE REDINI DELLA SOCIETA'?

Rimane aperta la questione di Bill Gates, che si è dimesso per scelte personali e non per necessità o per problemi di salute. E se, in questo periodo di transizione, fosse proprio lui, una delle persone più carismatiche e influenti - nonchè fondatore e titolare di circa il 4% delle azioni - di Microsoft, a riprendere in mano le redini dell'azienda?

Questa soluzione sembra poco probabile, considerato anche che negli ultimi 6 anni Gates è stato abbastanza distante dagli affari aziendali. Ma anche se non sarà lui il prossimo CEO, è possibile che per dare un'impressione di stabilità al mercato azionario proprio lui assuma un ruolo di maggior visibilità. E il riavvicinamento, con l'annuncio delle prossime dimissioni di Ballmer, è già cominciato.

Nonostante Gates abbia ripreso a interessarsi di più delle questioni della società che ha fondato, è legittimo domandarsi se abbia senso che una persona che è stata così distante possa tornare a ricoprire un ruolo così importante. Microsoft ha bisogno di accelerare, di cambiare passo, e sembra difficile che ciò possa accadere con una persona che è rimasta a lungo fuori dai giochi.

Alcuni casi in passato però hanno mostrato come ciò non sia del tutto vero. Anche Steve Jobs era stato richiamato nella società che aveva fondato dopo un periodo di allontanamento e Apple giova ancora oggi dei risultati che ha ottenuto.

Conosceremo la verità solo nelle prossime settimane.

 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?