Microsoft OneDrive, spazio gratuito raddoppiato a 15 GB e tariffe ridotte

 

Microsoft ha annunciato tante novità per OneDrive: da 7 GB a 15 BG di spazio gratis, diminuzione dei prezzi per spazio aggiuntivo, più spazio per Office 365

Scritto da Simone Ziggiotto il 24/06/14 | Pubblicata in Microsoft | Archivio 2014

 

Microsoft OneDrive, spazio gratuito raddoppiato a 15 GB e tariffe ridotte

Microsoft ha annunciato tante novità per OneDrive: da 7 GB a 15 BG di spazio gratis, diminuzione dei prezzi per spazio aggiuntivo, più spazio per Office 365.

A pochi mesi dall’annuncio di nuovi piani di archiviazione per OneDrive, Microsoft ha annunciato nuovi aggiornamenti per OneDrive, che includono un aumento dello spazio disponibile gratuitamente, una riduzione delle tariffe per lo storage a pagamento e l’offerta di ulteriore valore aggiunto per i clienti di Office 365.

Una mossa per avvicinare le aziende ai servizi Cloud di Microsoft per poi eventualmente estendere i servizi Office 365, disponibili solo in versione Cloud.

Nello specifico, ecco tutte le novità di OneDrive:

OneDrive passerà da 7 GB a 15 BG di spazio disponibile nella versione gratuita

• Tutte le versioni di Office 365 offriranno a 1 TB di spazio su OneDrive, con i seguenti prezzi: 7 euro al mese per Office 365 Personal / 10 euro al mese per Office 365 Home (fino a 5 persone) / o 79 euro per quattro anni per University.

I prezzi diminuiranno a livello globale con le seguenti modalità: 1,99 euro per 100 GB (prima 5,99 euro) /  3,99 euro per 200 GB (prima 8,99euro).

Infine, gli utenti OneDrive che suggeriranno il servizio ai propri amici riceveranno fino a 5 GB (in aumenti di 500 MB) per ogni amico che accetterà un invito. Inoltre, OneDrive offrirà ulteriori 3 GB per l’utilizzo della funzionalità 'camera backup'.

Tutte queste novità saranno effettive a partire dal prossimo mese di luglio e fanno parte del piano di Microsoft di ottimizzare ulteriormente il servizio nell’ottica di offrire agli utenti la migliore soluzione di archiviazione storage in abbonamento.

La riduzione di prezzo è una conseguenza delle modifiche apportate da altri grandi colossi, tra i quali Google, Amazon e Apple che hanno recentemente ritoccato al ribasso le proprie tariffe per servizi analoghi.

 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?