Microsoft, trimestrale positivo ma appesantito da Nokia

 

Microsoft annuncia i dati del secondo trimestre 2014, segnano un buon incremento di fatturato ma riportando un profitto inferiore rispetto allo scorso anno

Scritto da Redazione il 24/07/14 | Pubblicata in Microsoft | Archivio 2014

 

Microsoft, trimestrale positivo ma appesantito da Nokia

Microsoft annuncia i dati del secondo trimestre 2014, segnano un buon incremento di fatturato ma riportando un profitto inferiore rispetto allo scorso anno.

Come da previsione, sul trimestrale pesano e non poco, i conti dell'acquisizione di Nokia che porta sul bilancio di Microsoft, circa 2 miliardi di fatturato.

Il fatturato di Microsoft sale a quota 23,38 miliardi di dollari (+18%), registrando un profitto di 4.61 miliardi di dollari (-7.61%), pari a 0.55 dollari ad azione.

Nonostante il fatturato in salita, i profitti segnano un trend negativo del 7,1%.

In crescita il fatturato prodotto da Windows, trainato in positivo dal trapasso di Windows XP che ha consentito di aumentare le vendite cosi come quelle dei Pc che hanno beneficiato di una inaspettata tenuta delle vendite.

Cresce anche Bing, merito della crescita in generale della pubblicità online, con un +40%, anche se nel complesso, l'apporto del segmento Web è decisamente marginale nel bilancio Microsoft.

Il cloud di Microsoft, ha portato 4.4 miliardi di dollari di fatturato, decisamente positivi considerando il settore ancora acerbo.

Di recente, Nadella ha annunciato un drastico piano di ristrutturazione interna, abbandonando definitivamente il progetto Nokia X, ovvero smartphone Nokia equipaggiati con Android, e tagliando 18.000 dipendenti, in gran parte collegati agli stabilimenti produttivi.

Cosi Google e Apple

I risultati di Microsoft, comunque molto positivi, devono però fare i conti con Google ed Apple.

Apple ha riportato un trimestrale positivo, merito soprattutto dai fatturati generati in Asia e Sud America, toccando un fatturato di 7.75 miliardi di dollari (+12%), chiudendo l'anno a quota 37.4 miliardi di dollari (+6%). Il bilancio Apple è segnato però dai numeri negativi di iPad e tenuto in piedi dalla crescita di Mac, iPhone e iTunes.

Google continua invece a crescere, registrando un trimestrale da 16 miliardi di dollari e 3.4 miliardi di dollari nel Q2 2014, con risultati migliori rispetto alle aspettative, anche se l'utile è inferiore alle attese, a causa anche delle tante acquisizioni.
 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?