Intel e Nokia presentanto MeeGo tra Moblin e Maemo

 

Nokia e Intel presentano la nuova piattaforma MeeGo, basata su Linux e nata dalla fusione di Moblin e Maemo che consentirà di utilizzarla su diversi dispositivi tra netbook, notebook e smartphone

Scritto da Redazione il 15/02/10 | Pubblicata in Nokia | Archivio 2010

 
MeeGo NokiaNokia e Intel presentano la nuova piattaforma MeeGo, basata su Linux e nata dalla fusione di Moblin e Maemo che consentirà di utilizzarla su diversi dispositivi tra netbook, notebook e smartphone.

MeeGo fonde le caratteristiche migliori di Maemo e Moblin per creare una piattaforma aperta per architetture multiple di processori., basata sul core Moblin e sulla sua potenzialità di Maemo nel settore mobile.

L’utilizzo di Qt per lo sviluppo delle applicazioni significa che si potranno scrivere le applicazioni una volta sola e distribuirle su MeeGo e altre piattaforme, come ad esempio Symbian.

Il toold SDK per QT è già disponibile per il download e il suo utilizzo .

Intel e Nokia, siglato prestigioso accordo di collaborazione

 
Intel, la più grande compagnia di microchip al mondo, venderà i microprocessori a Nokia, la più grande compagnia di telefonia al mondo. A conti fatti questa operazione è un passo deciso per l'ingresso nel mercato della telefonia cellulare di Intel.

Con più dell'80% dei computer del mondo che usano processori Intel, la multinazionale con sede in California è da un decennio che tenta l'ingresso nel mondo della telefonia mobile. Fino ad oggi i risultati sono stati limitati e nettamente al di sotto delle aspettative.
L'accordo di collaborazione consentirà di sfruttare la conoscenza di entrambe le aziende per produrre una nuova piattaforma mobile per smartphones, notebooks e netbooks, e per sviluppare una varietà di nuovi hardware, software e servizi mobili per internet.
 
Intel e Nokia intendono anche collaborare in diversi progetti open source mobile per software Linux. Intel acquisirà anche una licenza per modem IP Nokia HSPA/3G per usarla per prodotti futuri.

Nokia: Con MeeGo possibile Tablet anti iPad

Se nel segmento smartphone Nokia ha subito una netta e sonora sconfitta da parte di Apple con proiezioni al momento poco incoraggianti per un eventuale recupero in corsa, nel segmento Tablet, che si appresta a diventare un business miliardario entro i prossimi 2 anni, Nokia prepara una contromossa allo strapotere Apple.

Dopo le straordinarie performance di vendita di Apple iPad, vicino a quota 1 milione di unità vendute tra già consegnate e prenotate, Nokia potrebbe lanciare un proprio tablet per fine anno basato sul sistema operativo MeeGo, di recente giunto in mano agli sviluppatori.

Sul segmento Tablet Nokia dispone già di qualche esperienza maturata con i precedenti Nokia 770 Internet Tablet e la Serie Nokia N800 e Nokia N900, e potrebbe quindi riuscire a produrre un tablet più vicino alla telefonia mobile rispetto all'attuale Apple iPad.
 

Nokia vuole UI in 3D su Meego

 
Dopo aver collaborato per la nascita di Meego, il futuro sistema operativo di fascia alta scelto da Nokia, arrivano interessanti novità riguardo al futuro sviluppo di Meego e soprattutto per la sua futura interfaccia, ovvero l'insieme di funzioni e strumenti per gestire e utilizzare uno smartphone.

Meego 3D

Al CIE, Center for Internet Excellence, un laboratorio di ricerca sperduto nelle foreste finlandesi, si sta iniziando a lavorare alle future UI di Meego che dovrebbero poter disporre di sistemi in 3D che quindi dovrebbero facilitare e aumentare le possibilità di interazione tra utente e smartphone.

Per ora le frasi rilasciate dal Product Manager di Nokia lasciano tutto all'immaginazione, tanto che da una parta all'altra del mondo, si inizia già a fantasticare su ologrammi e riproduzioni virtuali delle UI.

Non resta che attendere almeno un altro anno per valutare qualcosa di concreto.

Nokia e Intel: Collaborazione per Tecnologie 3D
 
Nokia e Intel stanno lavorando sulla creazione di un nuovo centro di ricerca situato in Finlandia il quale si occuperà di migliorare l’usabilità dei dispositivi mobili.
 
 
Il sito inizialmente concentrerà la propria attenzione sulle tecnologie 3D, ma l’accordo prevede altre collaborazioni tra le due compagnie.

Secondo i ricercatori che lavoreranno sul progetto iniziale si avrà un servizio 3D senza bisogno di utilizzare occhiali appositi. L’accordo e visto come cruciale da Nokia per ilmiglioramento della sua posizione nel mercato dei dispositivi di fascia alta

Questo accordo viene dopo quello stipulato tra le due parti su MeeGo. Con questo ulteriore accordo le due società rafforzano non solo la loro posizione ma danno un fortemessaggio alla concorrenza che poi si traduce in impegno continuo di quest’ultimi per migliorarsi.
 

MeeGo, Nokia: il vice presidente Ari Jaaksi lascia

Ari Jaaksi, il vice presidente in carica responsabile del dipartimento dispositivi MeeGo di Nokia, ha dato le dimissioni la scorsa settimana.
Nonostante i legittimi dubbi che derivano da tale notizia, Nokia stessa ha confermato tramite un portavoce che le dimissioni non influiranno sulle intenzioni di portare alla luce il primo telefonino MeeGo entro la fine del 2010.
L'azienda leader mondiale delle vendite di telefonini ha anche dichiarato che un “aggiornamento su MeeGo” sarà annunciato prima della fine dell’anno.
 

 
Le dimissioni di Jaaksi seguono quelle del CEO Olli-Pekka Kallasvuo, ex CEO rimpiazzato da Stephen Elop, e quelle del direttore per le soluzioni mobili, Anssi Vanjoki. Durante lo stesso periodo Nokia ha assunto Peter Skillman come capo dell’interfaccia grafica di MeeGo.
 
Recentemente su alcuni siti è stata diffusa una recensione su un prototipo di Nokia N9.
 
Su queste recensioni si parlava del Nokia N9, come di un dispositivo dalle caratteristiche fisiche eccezionali ma con una versione iniziale di MeeGo. Questo OS è ancora in fase disviluppo e per questa ragione non si possono ancora dare dei giudizi definitivi.
 

Nokia-Android, forse il sodalizio in attesa di MeeGo

Che per Symbian non sia un periodo molto felice, è oramai cosa risaputa; a dare la dimensione della "crisi" che stia aleggiando, ecco arrivare un'altra notizia che comunque farà discutere: Nokia potrebbe momentaneamente adottare Android.
 
Apriamo una parentesi per ricordare come Android fosse stato definito "pipì sui pantaloni" dall'uscente vice direttore esecutivo del dipartimento mobile Nokia Anssi Vanjoki (leggi l'approfondimento).
 
Nokia e Symbian sono stati inscindibili praticamente da sempre e ora, dopo importanti licenziamenti ai vertici della casa finlandese, sembra che il progetto MeeGo possa subire un importante rallentamento con conseguenti problemi per lo sviluppo dei nuovi dispositvi.
 
In questo clima non proprio sereno, gira voce che Nokia (comunque ancora in testa alle vendite mondiali) voglia affidarsi al sistema operativo Android. Il solo fatto che si stia ventilando quest'ipotesi è una cosa molto particolare, che rende l'idea dei problemi che il colosso finlandese sta attraversando.
Nokia comunque non drammatizza.
La soluzione, se fosse vera, potrebbe essere temporanea. Questa scelta comunque sarebbe davvero uno scacco, almeno simbolico, nei confronti di Symbian. Aspettiamo evoluzioni sull'argomento.


 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?