Nokia taglia i prezzi degli smartphones, aspettando Microsoft

 

Secondo quanto riporta Reuters, Nokia ha intenzione di dare un giro di vite ai prezzi dei propri telefonini, con l'obiettivo di non perdere quote di mercato fino all'introduzione degli attesi Nokia Windows Phones

Scritto da Maurizio Giaretta il 07/07/11 | Pubblicata in Nokia | Archivio 2011

 

Secondo quanto riporta Reuters, Nokia ha intenzione di dare un giro di vite ai prezzi dei propri telefonini, con l'obiettivo di non perdere quote di mercato fino all'introduzione degli attesi Nokia Windows Phones.

Questa mossa, che senz'altro renderà felici i consumatori, a brevissimo termine avrà un forte impatto negativo sui ricavi della società finlandese. Nei prossimi mesi, infatti, il margine tra ricavi e costi si assottiglierà, nonostante la quantità di telefonini venduti sarà maggiore rispetto a quella attuale.

Secondo la fonte citata dal giornale, il taglio dei prezzi dovrebbe avvenire in Europa. Dovrebbe essere di circa il 15% e dovrebbe interessare buona fetta di dispositivi, tra i quali troviamo gli smartphones Nokia N8, C7 ed E6.

Si presume, come anticipato, che il taglio di prezzi serva per mantenere fedeli i clienti fino all'introduzione dei primi Nokia Windows Phone, previsti entro fine 2012, e a fare pressione sulla principale piattaforma rivale: Android.

La guerra dei prezzi diventerà sempre più tosta e la concorrenza dovrà scegliere se stare a guardare o se moderare anch'essa al ribasso i prezzi dei propri dispositivi.

Ricordiamo che nelle rilevazioni relative agli ultimi mesi, Nokia ha incrementato il numero di telefonini venduti. Tuttavia, visto il crescendo del mercato della telefonia, ciò non è bastato per mantenere stabile la propria quota di mercato.

Per esempio consideriamo i dati a confronto tra il quarto trimestre del 2010 e lo stesso periodo dell'anno precedente: Nokia ha incrementato il numero di unità vendute (da 20,8 a 28,3 milioni) ma ha perso più di 10 punti percentuali in termini di vendite relative (passando dal 38,6 al 28%).

Dunque la società guidata da Steven Elop ha intenzione di giocarsi il tutto per tutto non appena sarà disponibile il prossimo sistema operativo Windows Phone Mango.

Se si stava pensando già da tempo di acquistare un telefonino nuovo, questo potrebbe essere il periodo buono per farlo.

Nokia taglia 4 mila posti di lavoro per migliorare l'efficienza produttiva

 
Nokia ha annunciato che sta per tagliare 4 mila posti di lavoro nei suoi stabilimenti in Ungheria, Messico e Finlandia con l'obiettivo di migliorare l'efficienza produttiva di tali impianti.
 
La società prevede lo spostamento della maggior parte della produzione dei suoi smartphone negli stabilimenti dell'Asia, il che si dice contribuirà a ridurre il tempo necessario per i suoi prodotti di raggiungere il mercato.
 
Mentre Nokia continua a soffrire gli effetti della transizione del proprio portafoglio di smartphone Windows Phone, la società sta cercando nuovi modi per ridurre i costi fino a quando gli ingenti investimenti non inizieranno a dare i loro frutti. Il costo del lavoro è più economico in Asia, il che dovrebbe aiutare i finlandesi a ridurre i loro costi di produzione e, si spera, tornare a guadagnare denaro.
 
Nokia
Tuttavia, l'azienda ha bisogno disperatamente di tempo, almeno fino a quando la piattaforma Windows Phone diventerà abbastanza competitiva con Android e iOS per consentire a Nokia di aumentare prezzo dei suoi smartphone al fine di iniziare a guadagnare veramente.
Le riduzioni previste del personale non saranno imminenti, ma graduali fino alla fine del 2012. Non rimane che vedere se Nokia ha preso la decisione giusta non appena arriveranno i risultati finanziari relativi al primo trimestre 2013.
 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?