Ex dirigente Symbian contro Nokia, Microsoft e Android

 

In un'intervista rilasciata a Crave Media, Lee Williams (nella foto sotto), ex vice presidente della divisione Symbian S60 di Nokia dal 2006 al 2009 e direttore esecutivo della Symbian Foundation fino al 2010, ha espresso tutto il suo disappunto nella scelta di Nokia di buttare nell'immondizia il sistema operativo Symbian a favore di Windows Phone

Scritto da Maurizio Giaretta il 30/04/12 | Pubblicata in Nokia | Archivio 2012

 

In un'intervista rilasciata a Crave Media, Lee Williams (nella foto sotto), ex vice presidente della divisione Symbian S60 di Nokia dal 2006 al 2009 e direttore esecutivo della Symbian Foundation fino al 2010, ha espresso tutto il suo disappunto nella scelta di Nokia di buttare nell'immondizia il sistema operativo Symbian a favore di Windows Phone.

Secondo lui si è trattato di un grande errore. "Non vedevo buone ragioni per fare un cambio così drastico... Penso che Nokia, con alcuni progetti che stava seguendo, non stesse andando nella direzione sbagliata. Prima dell'arrivo di Elop stava semplicemente agendo con poca iniziativa. Dal suo arrivo non ci è stato dato abbastanza tempo".

"Symbian era redditizio e ha finito per essere sacrificato"

In sostanza, sembrava quasi che Elop fosse arrivato appositamente per firmare un accordo con Microsoft.

Lee Williams non vede molto bene Windows Phone e afferma comunque che se Nokia avesse optato per Android non sarebbe stato meglio. "Non vedo i benefici che Nokia avrebbe potuto ricavare scegliendo Android".

Il problema principale è che la società finlandese deve scegliere un ecosistema in modo da distinguersi dalla concorrenza e optare per Android, il sistema operativo mobile più diffuso al mondo, non sarebbe servito a raggiungere lo scopo. Nokia, secondo Williams, è in grado di fornire maggiori funzioni rispetto ad Android. Il sistema operativo di Google inoltre ha un problema principale, la frammentazione, che rende difficile per un'azienda investitrice recuperare gli investimenti.

Rivolgendosi all'arrivo di Windows Phone 8, nome in codice Apollo, Williams ammette che finalmente si stanno facendo "passi nella giusta direzione", anche se le tempistiche sono troppo lunghe. "Microsoft è notoriamente in ritardo con la consegna dei prodotti". "Il problema non riguarda che cosa c'è in cantiere, ma che cosa c'è di disponibile oggi. Nokia ha già diverse cose pronte in casa, perchè aspettare?".

L'intervista completa si può leggere in questa pagina. Buon approfondimento!

 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?