Nokia a Microsoft: Datti una Mossa

 

Il vice presidente di Nokia ha fatto capire che la società è ottimistica sulle prospettive della piattaforma Windows Phone, tuttavia ha fatto notare che Microsoft deve cominciare a cambiare il modus operandi per garantirne il successo

Scritto da Maurizio Giaretta il 30/07/13 | Pubblicata in Nokia | Archivio 2013

 

Il vice presidente di Nokia ha fatto capire che la società è ottimistica sulle prospettive della piattaforma Windows Phone, tuttavia ha fatto notare che Microsoft deve cominciare a cambiare il modus operandi per garantirne il successo.

Un dettaglio del nuovo Nokia Lumia 1020


Nokia è stata la monarca del settore della telefonia mobile per 14 anni e, dopo aver abbandonato Symbian, ha deciso di gettarsi anima e corpo nel progetto Windows Phone.

Nell'ultimo trimestre si sono registrati buoni numeri, come ad esempio il record dei 7,4 milioni di telefonini Lumia venduti. Questa cifra, nonostante sia superiore rispetto a quella di molti altri concorrenti, è ancora distante dai 70 e dagli oltre 30 milioni di smartphones che hanno venduto rispettivamente Samsung e Apple nello stesso periodo.

Deve essere dato un serio motivo per cambiare alle persone

I segnali positivi non mancano, ma c'è da lavorare con costanza se si desidera fare la scalata. Un possibile problema deriva dal fatto che Windows Phone non è la priorità assoluta per Microsoft, che dal canto suo è già occupata a sollevare le sorti di Windows 8 e dei tablet Surface con Windows RT.

Intervistato dall'International Business Times, il vice presidente Bryan Biniak ha ricordato che Microsoft era riuscita a gettarsi nel settore delle console, inzialmente dominato da Sony e da Nintendo, offrendo contenuti esclusivi come Halo. Grazie a questa scelta, per il settore la Xbox è uno dei prodotti più conosciuti al mondo. Biniak vorrebbe che si percorresse una strada analoga anche con Nokia e Windows Phone 8.

"Non si può vendere un telefono senza le app"

Deve essere dato un serio motivo per cambiare alle persone. Non è sufficiente, quindi, che vengano messe a disposizione dei clienti tutte le applicazioni già presenti per la concorrenza (cosa che per il momento succede in parte). Queste dovrebbero, inoltre, essere migliori. La premura dovrebbe essere quella di "fornire un'esperienza d'uso unica, che non sia possibile ripercorrere con altri dispositivi".

Il rischio di sprecare delle opportunità c'è, eccome. "Stiamo rilasciando frequentemente dei buoni smartphone e per ognuno di questi, se manca un'applicazione che piace ai consumatori, perdiamo un'opportunità di vendere". "Stiamo cercando di evolvere la modalità di pensiero" di Microsoft, ha aggiunto. "Aspettare la chiusura dei risultati trimestrali non serve a nulla, se il mestiere è quello di vendere telefoni oggi".

Microsoft, insomma, datti una mossa

Biniak ha ribadito l'importanza delle applicazioni: "Non si può vendere un telefono senza di esse. Semplicemente non si può". Il problema "non riguarda l'hardware, ma le funzioni che a esso sono associate", ha poi sottolineato. Microsoft, insomma, datti una mossa.

Instagram, per esempio, è uno dei titoli che manca nel carnet di Windows Phone 8, anche se prima o poi arriverà, così come tanti altri.

Nel Windows Phone Marketplace attualmente sono presenti circa 130 mila applicazioni.

Il dirigente si è voluto mostrare propositivo nei confronti del partner di Redmond, ricordando che la partnership è bella stretta. E proprio così dev'essere, se si ha l'anelito di battere una concorrenza del calibro di Google e Apple (ovvero di Android e iOS).

 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?