Smart Inclusion per lungodegenti di pediatria arriva a Firenze

 

Alla presenza del Ministro Renato Brunetta, presso l’Unità di Oncoematologia Pediatrica dell’Ospedale Meyer di Firenze è stato realizzato “Smart Inclusion”, un progetto realizzato per i lungodegenti dei reparti di Oncoematologia pediatrica

Scritto da Maurizio Giaretta il 12/03/10 | Pubblicata in Operatori | Archivio 2010

 
Alla presenza del Ministro Renato Brunetta, presso l’Unità di Oncoematologia Pediatrica dell’Ospedale Meyer di Firenze è stato realizzato “Smart Inclusion”, un progetto realizzato per i lungodegenti dei reparti di Oncoematologia pediatrica.

Smart Inclusion integra su una piattaforma tecnologica realizzata da Telecom Italia, servizi di teledidattica, intrattenimento e gestione dei dati clinici. Ciò consente ai bambini di partecipare alla vita sociale collegandosi con la scuola e con la famiglia. Al contempo l'apparecchiatura consente al personale sanitario di disporre di strumenti evoluti a supporto dei processi di cura dei piccoli pazienti.

Il progetto si basa totalmente su tecnologie open source, in linea con le indicazioni dell’Unione Europea, consentendo avanzate performance e risparmi economici di circa 1.000 euro per ogni postazione e di 500 euro per ogni terminale ospedaliero.

Il progetto, già attivo presso gli ospedali Sant’Orsola di Bologna, Bambino Gesù di Roma e l’azienda ospedaliera di Padova, sarà esteso ad altri otto ospedali entro il 2010, tra cui l'Ospedale Pediatrico Istituto G. Gaslini di Genova e l’Ospedale Infantile Regina Margherita di Torino.
 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?