4G: Chiusa Asta Frequenze, Incassati 3.7 miliardi

 

Si è finalmente chiusa l'asta per le frequenze sulla banda 800 Mhz messe in vendita dal Ministero della Difesa, che le aveva cedute internamente al Ministero della Attività Produttive

Scritto da Redazione il 24/09/11 | Pubblicata in Operatori | Archivio 2011

 
Si è finalmente chiusa l'asta per le frequenze sulla banda 800 Mhz messe in vendita dal Ministero della Difesa, che le aveva cedute internamente al Ministero della Attività Produttive.

 
In questo schema, la rete Wimax, molto simile a quella 4G

L'asta ha visto aggiudicarsi due lotti per Wind, Vodafone e Telecom Italia mentre nessun blocco aggiudicato per Tre Italia.

Le offerte iniziale dei tre operatori sono state le seguenti:

Telecom Italia: 992 milioni di euro per due blocchi 800G
Vodafone: 992.4 milioni di euro per due blocchi 800G
Wind: 977.7 milioni di euro per un blocco 800G e uno 800 S

per un totale di 2.96 miliardi di euro.

Nella seconda fase, ci sono stati inoltre ben  322 rilanci effettuati dagli operatori partecnipanti per garantirsi i blocchi che consentono di poter occupare le frequenze sulla banda 800, 1800 e 2600 (4G - LTE), per un incasso extra di circa 1,4 miliardi di euro, che porta cosi a circa 3.7 miliardi l'incasso derivante dalle frequenze 4G.

Le frequenze saranno disponibili per gli operatori a partire dal 2013, dopo che le emittenti locali televisive avranno liberato le stesse.

Come già accaduto in passato per il 3G, il 4G partierà con quasi 4 miliardi di debiti da far pesare ovviamente sulle tasche dei consumatori.

 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?