PosteMobile: a Milano iniziati i pagamenti tramite NFC

 

PosteMobile ha annunciato l'avvio della commercializzazione delle SIM NFC su 5 uffici postali di Milano e provincia:  Milano 65, Monza, Milano Centro, Cologno Monzese e Sesto San Giovanni

Scritto da Simone Ziggiotto il 20/12/12 | Pubblicata in Operatori | Archivio 2012

 

PosteMobile ha annunciato l'avvio della commercializzazione delle SIM NFC su 5 uffici postali di Milano e provincia:  Milano 65, Monza, Milano Centro, Cologno Monzese e Sesto San Giovanni. Con la SIM NFC PosteMobile, coloro che possiedono un cellulare NFC potranno fare acquisti tutti i punti vendita in Italia abilitati al circuito MasterCard Paypass.

PosteMobile ha altresì comunicato che, a breve, la tecnologia NFC sarà in dotazione anche negli uffici postali e sui palmari dei portalettere telematici per consentire ai clienti il pagamento “in vicinanza” di bollettini, raccomandate o pacchi tramite cellulare. Ma come funziona?

Postemobile NFC

Tramite la SIM NFC di PosteMobile, nella quale è già integrata una carta prepagata Postepay NewGift “smaterializzata”, il telefonino dialoga con i nuovi POS abilitati ai pagamenti contactless. E’ sufficiente attivare e ricaricare la Postepay, abilitare il pagamento tramite l’App NFC PosteMobile e quindi avvicinare il cellulare al lettore per effettuare il pagamento. Per gli importi inferiori a 25 euro non serve digitare il Pin della carta, che è invece obbligatorio per importi superiori a 25 euro. 

Prossimamente, l’applicazione NFC consentirà di rendere disponibili sul cellulare anche servizi di e-Government della PA per l’identificazione e il riconoscimento digitale, trasferendo direttamente sulla SIM la carta d’identità, il passaporto, la tessera sanitaria, la patente e la firma elettronica. 

Milano, cominciati i test per i micro-pagamenti NFC

 
I principali operatori di telefonia italiani hanno dato il via alla fase di sperimentazione dei servizi di pagamento "contactless" NFC con il telefono cellulare a Milano.
Quando saranno a regime ed estesi su tutto il territorio nazionale, tramite il proprio smartphone (o qualsiasi altro dispositivo abilitato) si potranno fare micro-pagamenti. Per esempio si potranno acquistare biglietti sull'autobus o articoli nei negozi, senza dover estrarre il portafoglio per i contanti o per la carta di credito.
Alla SIM sarà associata la carta di credito personale e sarà possibile effettuare acquisti (e usare buoni sconto) negli esercizi commerciali abilitati al servizio.
 
Da lunedì 22 fino a giovedì 25 Ottobre, in occasione dell’evento NFC & Mobile Money Summit organizzato a Milano dal GSMA, un gruppo di oltre 1.000 sperimentatori proverà i nuovi servizi NFC nello svolgimento delle principali attività quotidiane utilizzando il proprio smartphone.
 
La tecnologia Near Field Communication (NFC) tuttavia consente di trasferire grosse moli di dati in poco tempo, pertanto può essere usata per accedere a una serie di informazioni interattive, interagire con "smart poster" pubblicitari, oppure per scambiare i files tra telefonini compatibili.
Facciamo un esempio di internazione del servizio tra dispositivi compatibili. Per esempio tra due Samsung Galaxy S3 (nella foto sopra) tramite la funzione S Beam si possono trasferire files, come se si stesse usando una sorta di "Bluetooth potenziato". Non è richiesta la presenza della rete 3G o Wi-Fi e si può scambiare 1 GB in 3 minuti (o una canzone MP3 in 2 secondi).
 

PosteMobile: da dicembre pagamenti contactless tramite NFC

Il Gruppo Poste Italiane ha comunicato l’introduzione dei pagamenti contactless tramite SIM NFC di PosteMobile, a partire già dal prossimo mese di dicembre.
 
A breve la tecnologia NFC sarà in dotazione anche negli uffici postali e sui palmari dei portalettere telematici per consentire ai clienti il pagamento “in prossimità” di bollettini, raccomandate o pacchi tramite cellulare. L’innovativo sistema di pagamento “contactless” permetterà di fare shopping nei negozi abilitati e pagare gli acquisti direttamente via telefonino, grazie all’integrazione tra i servizi di comunicazione di PosteMobile e quelli di pagamento di BancoPosta.
 
La scheda SIM PosteMobile permetterà di utilizzare il telefonino come mezzo di pagamento nei punti vendita abilitati e negli uffici postali, al tempo stesso, la rete di uffici postali adotterà la tecnologia NFC per accettare il pagamento via cellulare per operazioni postali, finanziarie o per ricarica della Sim o delle carte prepagate Postepay. 
 
 Postemobile NFC
 
Il meccanismo è molto semplice: con la SIM NFC di PosteMobile, - nella quale è già integrata una carta prepagata Postepay NFC “smaterializzata”, il telefonino dialogherà con i nuovi POS abilitati ai pagamenti in prossimità. Basterà quindi avvicinare il cellulare al lettore per eseguire in tutta semplicità e sicurezza l’operazione di pagamento.
Infine, si segnala che per gli importi fino a 25 euro non ci sarà neppure la necessità di digitare il Pin.
 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?