Telecom-Telefonica, accordo raggiunto: Telecom diventa spagnola

 

Definito l'accordo con il quale Telecom Italia diventa spagnola, azzerando di fatto la presenza di operatori italiani in Italia

Scritto da Simone Ziggiotto il 24/09/13 | Pubblicata in Operatori | Archivio 2013

 

Definito l'accordo con il quale Telecom Italia diventa spagnola, azzerando di fatto la presenza di operatori italiani in Italia.

La compagnia spagnola guidata da Cesar Alierta sottoscrive in data odierna un aumento di capitale per complessivi 324 milioni, 1,09 euro ad azione, salendo così dal 46 al 66 per cento di Telco, che controlla il 22,44 per cento di Telecom, diventandone il primo azionista, e nomina la maggioranza dei membri del consiglio di amministrazione.

L'accordo è ufficiale, come comunicato dagli azionisti Mediobanca, Generali e Intesa San Paolo: "accordo modificativo del patto parasociale relativo a Telco".

Per quanto riguarda Telco: il consiglio di amministrazione continuerà ad essere composto da 10 membri, i Soci Italiani nomineranno 5 amministratori e TEF i restanti 5; i quorum assembleari di cui allo statuto vigente rimarranno invariati.

In base all'accordo sottoscritto tra gli spagnoli di Telefonica e i soci italiani presenti in Telco, Intesa Sanpaolo, Generali e Mediobanca,

"dal primo gennaio 2014, Telefonica avrà la facoltà (opzione call) di acquistare per cassa tutte le azioni dei soci italiani in Telco, ad un prezzo determinato valorizzando la partecipazione di Telco in Telecom Italia al maggiore tra 1,1 euro e il prezzo di mercato delle azioni al momento dell'esercizio della opzione call".

In caso di esercizio della opzione call, Telefonica dovrà acquistare, a valore nominale, anche tutte le quote residue del prestito obbligazionario emesso da Telco detenute dai soci italiani "a fronte del pagamento di un corrispettivo composto per il 50 per cento in contanti, e per il restante 50 per cento, a scelta di Telefonica, in contanti e/o in azioni di Telefonica".

Telco ha controllato Telecom con il 22,4 per cento del capitale dal primo gennaio 2014. 

Quello che più è importante di questo accordo è che la cessione di Telecom a Telefonica porta a zero il numero di operatori telefonici tricolore, in quanto non ci sono operatori in Italia controllati, per maggioranza, da azionisti italiani.

Telecom Italia, smentite voci su fusione con Telefonica

 
Telecom Italia ha annunciato con un comunicato stampa che non ci sono progetti di fusione con l'operatore spagnolo di telecomunicazioni Telefonica.
Il comunicato arriva a seguito di alcune indiscrezioni pubblicate dal Corriere della Sera. La conferma che non ci sono interessi per Telefonica arriva anche dall'amministratore delegato di Telecom Franco Bernabè (nella foto a destra).
 
 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?