Aumento canone Telecom: costi e risparmi dal 1 novembre 2014

 

Dal 1 novembre 2014 è aumentato il canone Telecom: chi ancora non ha sottoscritto un'offerta ADSL + telefono di Telecom potrà spendere oltre il 60% rispetto a quanto offre la concorrenza, secondo le analisi di SoSTariffe

Scritto da Simone Ziggiotto il 03/11/14 | Pubblicata in Operatori | Archivio 2014

 

Aumento canone Telecom: costi e risparmi dal 1 novembre 2014

Dal 1 novembre 2014 è aumentato il canone Telecom: chi ancora non ha sottoscritto un'offerta ADSL + telefono di Telecom potrà spendere oltre il 60% rispetto a quanto offre la concorrenza, secondo le analisi di SoSTariffe.

In base a quanto comunicato da tempo da Telecom Italia, dal 1 novembre è cambiata l'offerta base per effettuare le chiamate e il canone mensile che si paga per avere una linea telefonica. E' così aumentato il costo dell’abbonamento al servizio telefonico di base, questo passato dai precedenti 17,54 euro agli attuali 18,54 euro mensili. E' stato però eliminato lo scatto alla risposta di 5,04 euro cent e il costo al minuto è uguale per le chiamate verso fissi e cellulari: 10 centesimi al minuto.

Il canone Telecom sale comunque da 17,84 euro a 18,54 euro mensili, che sarebbero in linea con la media europea. Cosa cambia per il consumatore? SosTariffe.it ha stimato la possibile variazione di costi e calcolato il risparmio che si può ottenere grazie ai pacchetti ADSL e telefono, sui quali non ci sarebbero ripercussioni derivanti dagli aumenti di Telecom. L'adeguamento, infatti, non riguarda le offerte “a pacchetto” (quelle Tutto Incluso) e i clienti che già beneficiano di condizioni agevolate.

Aumento canone Telecom: la spesa dopo il 1 novembre 2014

Come prima cosa SosTariffe.it ha elaborato tre profili di consumo riassumibili nella seguente tabella:

Telecom Italia

Ponendo caso che i profili di cui sopra non abbiamo mai attivato un'offerta voce né di Telecom né di altri operatori, SosTariffe ha calcolato la spesa che si sostiene prima della variazione del 1° novembre con quella successiva. A questo punto è stata presa come riferimento una delle migliori offerte ADSL + telefono per avere chiamate gratuite verso i fissi illimitati e sono state confrontate tutte le spese mensili per vedere se con questi pacchetti il risparmio c'è. Nella seguente tabella vediamo i costi che i profili precedentemente illustrati sostengono per chiamare verso i fissi prima e dopo il 1° Novembre 2014 e il canone mensile dell'offerta ADSL + telefono, con chiamate incluse, più economica a ottobre 2014. Sono state calcolate le percentuali di risparmio che questi pacchetti offrono e quanto aumenta la spesa per chi ha ancora attiva la tariffa base di Telecom dopo gli aumenti.

Telecom Italia

Risparmi fino al 70% con i pacchetti ADSL + telefono.

Come si può notare nei profili analizzati l'aumento dopo il 1° novembre arriva anche al 61% per il profilo di consumo alto, 49% per quello medio e 35% per quello basso. Questa spesa può essere evitata con i pacchetti ADSL + telefono. Chi, invece, vuole solo l'ADSL senza le chiamate, l'aumento del canone riguarda anche coloro che scelgono di non effettuare chiamate in quanto anche per attivare il servizio di solo ADSL con un altro operatore è necessario pagare il canone Telecom che è, invece, spesso compreso nelle offerte ADSL e telefono. In tal caso per capire costi e risparmi SosTariffe ha calcolato quanto spenderebbero i tre profili precedentemente analizzati, insieme a chi decidere di non effettuare chiamate da casa, nel caso si volesse attivare un'offerta solo ADSL con operatore diverso da Telecom. Come vediamo nella tabella che segue, gli aumenti dopo il rincaro del 1° novembre oscillano dal 2,6% del profilo “solo ADSL” al 39,29% dei profili più alti di consumo.

Telecom Italia

Telecom Italia aumenta il Canone Abbonamento della Linea

Dal 1 novembre 2014 Telecom Italia aumenta il costo dell’abbonamento al servizio telefonico di base, che passa dagli attuali 17,54 euro a 18,54 euro mensili.

Telecom Italia aveva annunciato da settimane che dal 1 Novembre 2014 sarebbe stato adeguato (al rialzo) il costo dell’abbonamento della linea base, e così è stato: è aumentato il costo dell’abbonamento al servizio telefonico di base, questo passato dai precedenti 17,54 euro agli attuali 18,54 euro mensili.
 
L'aumento del canone Telecom Italia è dovuto all'eliminazione dello scatto alla risposta e adeguando ad unico prezzo tutte le chiamate dal telefono di casa verso i fissi nazionali e i cellulari. L'adeguamento non riguarda le offerte “a pacchetto” (quelle Tutto Incluso) e i clienti che già beneficiano di condizioni agevolate.
 
A partire dal 1 novembre 2014, quindi, è stato eliminato lo scatto alla risposta di 5,04 euro cent, vale a dire quel prezzo fisso che si paga quando colui che stiamo chiamando risponde al telefono. Telecom ha deciso di mantenere un unico prezzo per tutte le chiamate verso i fissi nazionali e i cellulari, pari a 10 euro cent al minuto.
 
Si pagherà di più? Dipende. Per ammortizzare quell'Euro in più al mese del costo dell'abbonamento al servizio telefonico di base basta fare almeno 20 chiamate al mese (0,0504 x 20 = 1,008 euro). Per coloro che beneficiano delle condizioni agevolate e per i titolari della Carta Acquisti (cosiddetta “Social Card”), l’attuale costo dell’abbonamento non subirà variazioni. Resta invariato anche il costo unico di abbonamento delle offerte “a pacchetto” che includono servizi voce, dati e la linea telefonica.
"Con questa iniziativa Telecom Italia vuole offrire ai clienti prezzi sempre più chiari per la linea telefonica di casa"  ha fatto sapere Telecom Italia.

Telecom Italia da Novembre elimina lo scatto alla risposta

Dal 1 novembre 2014 Telecom Italia semplifica l’offerta base che elimina lo scatto alla risposta e mantiene un prezzo unico per tutte le chiamate dal telefono di casa verso i fissi nazionali e i cellulari.

Tramite comunicato stampa ufficiale, Telecom Italia ha annunciato che, a partire dal 1 Novembre 2014, adeguerà (al rialzo) il costo dell’abbonamento della linea base, eliminando lo scatto alla risposta e mantenendo un prezzo unico per tutte le chiamate dal telefono di casa verso i fissi nazionali e i cellulari. L'adeguamento non riguarderà le offerte “a pacchetto” (quelle tutto incluso) e i clienti che già beneficiano di condizioni agevolato.
 
A partire dal 1 novembre 2014, quindi, verrà eliminato lo scatto alla risposta di 5,04 euro cent, vale a dire quel prezzo fisso che si paga quando colui che stiamo chiamando risponde al telefono. Telecom manterrà un unico prezzo per tutte le chiamate verso i fissi nazionali e i cellulari, pari a 10 euro cent al minuto.
Confermato lo sconto del 50% sulle chiamate verso i numeri fissi nazionali oltre le 3 ore di chiamate al mese.
 
Togliendo lo scatto alla risposta, tuttavia, Telecom aumenterà il costo dell’abbonamento al servizio telefonico di base, che dal 1 Novembre 2014 passa dagli attuali 17,54 euro a18,54 euro mensili.

Si pagherà di più? 
Dipende.

Per ammortizzare quell'Euro in più al mese del costo dell'abbonamento al servizio telefonico di base basta fare almeno 20 chiamate al mese (0,0504 x 20 = 1,008 euro).
 
Per coloro che beneficiano delle condizioni agevolate e per i titolari della Carta Acquisti (cosiddetta “Social Card”), l’attuale costo dell’abbonamento non subirà variazioni. Resta invariato anche il costo unico di abbonamento delle offerte “a pacchetto” che includono servizi voce, dati e la linea telefonica.
"Con questa iniziativa Telecom Italia vuole offrire ai clienti prezzi sempre più chiari per la linea telefonica di casa" fa sapere TI nel comunicato.
 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?