Telefonia mobile aiuta l'economia dei mercati emergenti

 

Due terzi di coloro che al mondo utilizzano un telefono cellulare provengono da nazioni in fase di sviluppo e il più alto tasso di crescita si registra in Africa, dove - secondo un'agenzia delle Nazioni Unite - un quarto della popolazione ora ha un telefonino

Scritto da Maurizio Giaretta il 04/03/09 | Pubblicata in Operatori | Archivio 2009

 

Due terzi di coloro che al mondo utilizzano un telefono cellulare provengono da nazioni in fase di sviluppo e il più alto tasso di crescita si registra in Africa, dove - secondo un'agenzia delle Nazioni Unite - un quarto della popolazione ora ha un telefonino.
 

Mentre 1 cittadino africano su 50 nel 2000 disponeva di un telefono cellulare, ora il 28 per cento (quasi uno su tre) ne ha uno. Secondo la International Telecommunications Union (ITU) in Africa solo il 5% delle persone ad oggi dispone di accesso a internet.

Nel mondo le linee di telefonia mobile superano di tre volte circa il numero di quelle fisse. In alcuni paesi dell'Asia e dell'Europa inoltre alcune persone sottoscrivono contratti anche con più operatori mobili simultaneamente.

La telefonia mobile rappresenta anche un'opportunità per far crescere l'economia nei paesi in via di sviluppo. A differenza delle reti fisse, infatti, non c'è bisogno dell'installazione di cavi o di infrastrutture, che spesso deturpano il paesaggio e che, in territori molto vasti e con bassa densità di popolazione, sono anche molto costose.

Alcune compagnie che di recente si sono dedicate ai mercati emergenti investendo pesantemente sono l'indiana Bharti Airtel, la norvegese Telenor, MTN (Sud Africa) e Orascom Telecom (Egitto).

 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?