Telecom, cala prezzo delle chiamate verso cellulare e accordo con Tre

 

Dal primo luglio 2009 Telecom riduce il costo per chi chiama i cellulari (verso tutti gli operatori di telefonia mobile) dal telefono fisso: fino al 16% per la clientela residenziale e fino al 15% per la clientela affari

Scritto da Maurizio Giaretta il 01/07/09 | Pubblicata in Operatori | Archivio 2009

 
Dal primo luglio 2009 Telecom riduce il costo per chi chiama i cellulari (verso tutti gli operatori di telefonia mobile) dal telefono fisso: fino al 16% per la clientela residenziale e fino al 15% per la clientela affari. Dal 2003 le tariffe fisso mobile sono scese di oltre il 50%.

Resta invariato lo scatto alla risposta pari a 7,87 centesimi il cui costo è fermo dal 2003.

Per telefonare a un cliente Tim il prezzo passa da 15,36 centesimi di euro al minuto a 13,36 in fascia intera (dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 18,30), e da 8,92 a 7,76 centesimi di euro in fascia ridotta (dalle 18,30 alle 8 dei giorni feriali e sabato, domenica e festivi). AZIENDE: il prezzo scende da 11,68 a 10,14 centesimi al minuto per le chiamate.

Per chiamare un telefonino Vodafone il costo è 13,86 centesimi, contro i precedenti 15,95, in fascia intera e 7,92 centesimi (da 9,11) in quella ridotta. AZIENDE: da 11,78 a 10,26 centesimi per le chiamate.

Il prezzo per una telefonata verso Wind è invece rispettivamente di 15,61 centesimi al minuto (dai precedenti 16,86) e di 9,08 centesimi (da 9,65). AZIENDE: il costo delle chiamate cala da 12,65 a 11,64 cent.

Le chiamate verso i cellulari Tre scendono da 22,01 a 18,52 centesimi al minuto in fascia intera e da 12,78 a 10,84 in quella ridotta. AZIENDE: il costo delle chiamate passa da 17,17 a 14,63 cent (tutti i prezzi sono da intendersi IVA inclusa).

 Telecom continua così la progressiva riduzione dei prezzi delle chiamate dal telefono fisso verso i cellulari: dal 2003 infatti le tariffe al minuto verso Tim sono diminuite del 56,8% in fascia intera e del 49,9% in fascia ridotta, quelle verso Vodafone rispettivamente del 53,3% e del 55,1%, verso Wind del 55,8% e del 45,7% e verso H3G del 37,3% e del 51,8%.

Tre-Telecom, condivisione infrastrutture per 3 anni

Telecom e Tre hanno siglato un accordo di “co-siting” per la condivisione delle infrastrutture per l’accesso alla rete radiomobile che riguarda sia i siti esistenti sia quelli che verranno costruiti. Oggetto dell’accordo sono pali, cavi, sistemi di alimentazione elettrica e di condizionamento e altre infrastrutture civili.
Mantenendo la titolarità sulle proprie infrastrutture, ogni operatore ospiterà le stazioni radiomobili del partner con l’obiettivo di ottimizzare la copertura di rete a livello nazionale.
 
Con l'accordo, che rinnova ed amplia i contenuti di un contratto precedente, le due aziende attuano le linee guida contenute nel Codice per le Comunicazioni Elettroniche al fine di favorire un utilizzo più efficiente delle infrastrutture di rete nelle aree urbane e in quelle rurali.
 
L’accordo ha una durata di 3 anni, è rinnovabile e a regime riguarderà almeno 2.000 siti, assicurando un’ottimizzazione degli investimenti, un risparmio del 30% sui costi e la riduzione dei tempi di sviluppo della rete di ciascun operatore.
 
 
 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?