Google Voice: Chiamate con proprio numero e Voicemail, Google sfida Skype

 

Google continua il massiccio lavoro sul proprio applicativo Google Voice inserendo nuove interessanti modifiche

Scritto da Redazione il 27/10/09 | Pubblicata in Operatori | Archivio 2009

 
Google continua il massiccio lavoro sul proprio applicativo Google Voice inserendo nuove interessanti modifiche.

La prima novità consisnte nella possibilità di utilizzare il proprio numero per utilizzare Google Voice, facilitando cosi l'utilizzo del programma stesso.

Il funzionamento di Google Voice, infatti, instrada il traffico da cellulare a rete Internet per poi riconvertirlo in traffico voce solo nell'area di destinazione, trasferendo quindi gran parte del traffico su linee dati iP, potendo quindi chiamare all'estero ma pagare una semplice chiamata locale.

Con questa modifica non sarà più necessario utilizzare uno speciale numero per effettuare questo instradamento automatico.

La seconda novità è la possibilità di ricevere messaggi vocali sulla casella Voice Mail senza dover ricorrere al traffico voce del proprio operatore telefonico, con funzione di archiviazione messaggi e  trascrizione dei messaggi voce.

Google sfida Skype con Google Voice
 
Google lancia la sfida a Skype e al suo monopolio Voip con il nuovo Google Voice che permetterà di effettuare chiamate su rete fissa e mobile a partire da 2 centesimi al minuto, inviare sms e ovviamente chiamare gratuitamente altri utenti Google Voice.

Il servizio Google Voice sarà fornito con un numero unico da chiamare al quale poi aggiungere il numero del destinatario, con un servizio simile a quello delle schede internazionali prepagate che effettuano la chiamata passando da un numero verde o un numero di rete fissa urbana.

La chiamata viene poi dirottata su linea Voip eliminando quindi la necessità di utilizzare la rete telefonica tradizionale per tutto il percorso di chiamata, in pratica come se stessimo utilizzando un vero e proprio centralino telefonico che effettua la deviazione di chiamata.
 

Google Voice rimosso da App Store

 
Apple avrebbe iniziato a rimuovere tutti gli applicativi di terze parti basate integralmente o in parte sulla tecnologia di Google Voice, sostenendo il fatto di voler rimuovere applicazioni con funzioni già disponibili negli iPhone, senza dover quindi installare o acquistare ulteriori software.

La cosa curiosa riguarda anche la rimozione di Google Voice stessa, come confermato da un portavoce Apple e come visibile direttamente su App Store.

Se la risposta ufficiale di Google è rimasta molto diplomatica, un pò meno le reazioni dei vari blogger che indicano AT&T responsabile di questo fatto, visto che l'utilizzo di Google Voice come tutti gli applicativi Voip based avrebbe ridotto non poco i margini di guadagno, e relative revenue, sul traffico telefonico.

La riduzione del traffico a pagamento è già stato evidenziato su Blackberry e Android che utilizzano Google Voice.

Google Voice per iPhone sarà comunque disponibile in versione Cydia e in tutti gli iPhone che hanno applicato il jailbreaking, che consente di installare software non preventivamente autorizzato da Apple stessa.
 

FCC interviene su caso Google Voice e Apple

 
La notizia dei giorni scorsi riguardo all'esclusione di Google Voice dall'App Store di Apple ha interessanto anche la Federal Communications Commission americana che ha inviato lettere informative ad Apple, AT&T e Google per chiarire le diverse posizioni e capire eventuali abusi di potere nella vicenda.

Lo scopo della FCC è quello di capire se Apple ha agito per conto proprio o sia stata propria una richiesta, più o meno formate, effettuata da AT&T nel voler rimuovere a tutti costi qualunque applicazione Voip based.

Tra le richieste effettuate ad AT&T la motivazione per cui Google Voice su rete AT&T è funzionante su Blackberry ma non su iPhone

La scadenza dell'inchiesta è datata 21 Agosto, quindi a fine estate sapremo qualcosa di pià preciso.
 

Nuovo Google Voice per iPhone e Palm Os

 
Google ha presentato una nuova versione del suo software di comunicazione Voip da utilizzare su iPhone e su Palm Os, che sfruttando un numero intermedio del servizio Google consente di chiamare fissi e mobili a tariffe decisamente ridotte, soprattutto se ci si trova all'estero.

 
Google Voice Beta

Il nuovo software dovrebbe poter scavalcare alcuni limiti imposti forse da Apple che aveva in precedenza oscurato l'applicazione nel proprio App Store.

Il funzionamento di Google Voice richiede accesso tramite browser al Web, differentemente dalla versione iniziale che invece funzionava in modalità stand alone 

Il servizio Web è attualmente in fase Beta e accessibile solo da invito come gran parte dei servizi Beta di Google (come Gmail in fase di lancio e attualemente Google Wave).
 
 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?