AgCom: Al via Blocco automatico chiamate a sovraprezzo

 

La notizia era attesa da molto tempo e finalmente Agcom si è decisa ad intervenire con fermezza nel settore dei numeri a pagamento

Scritto da Redazione il 09/01/10 | Pubblicata in Produttori | Archivio 2010

 
La notizia era attesa da molto tempo e finalmente Agcom si è decisa ad intervenire con fermezza nel settore dei numeri a pagamento. Con una nuova delibera, AgCom ha imposto il blocco automatico delle numerazioni a sovraprezzo a partire dal primo gennaio 2010.

I gestori telefonici saranno obbligati quindi a impostare il blocco automatico su tutte le utente, compresi i nuovi numeri su decade 894 e 895.

L'utilizzo e l'accesso a questi numeri sarà vincolato da una specifica richiesta che gli utenti dovranno effettuare per poter nuovamente utilizzare queste numerazioni.

AgCom: Tetto massimo agli addebiti in Bolletta

 
Agcom limite bolletteDopo aver visto per tanti anni storie di bollette a 4 e 5 zeri, finalmente AgCom ha deciso di mettersi al lavoro con l'obiettivo di imporre un limite di sicurezza per tutti gli utenti che utilizzano l'addebito in bolletta.

Le connessioni dati e la navigazione Mobile, soprattutto se fatta in roaming, posso infatti incidere in maniera pesante sulla bolletta telefonica visto che all'estero il costo di navigazione per Mb è molto elevato cosi come una tariffa flat su APN sbagliato comporta l'addebito di ingenti somme.

Con il nuovo regolamento, gli utenti potranno impostare un limite di consumo mensile a propria scelta, in base alle proprie esigenze, da comunicare entro il 31 Dicembre 2010 o in alternativa non comunicare niente e utilizzare il limite automatico, previsto di 50 euro per i privati e 150 euro per le aziende.

Un Sms o una email dovrà infatti avvertire l'utente non solo sul costo di addebito delle singole connessioni ma avvertire che si è arrivati vicino alla soglia limite.

La maggior parte degli operatori offre la bolletta elettronica, che consente di visualizzare in tempo reale o con latenza di 48 ore al massimo l'effettivo saldo accumulato, potendo cosi capire subito se qualcosa non ha funzionato a dovere.

AgCom: Multe a operatori per oltre 600 mila euro

 
AgCom ha inflitto ad alcuni operatori italiani, multe per un totale di 622.329 euro per comportamenti scorretti verso i propri clienti.

Nel dettaglio, AgCom fa sapere che Vodafone è stata multata per 290.000 euro per attivazione di servizi non richieste, Opitel per 60.000 e Telecom Italia per 30.000 euro per mancata risposta alle richieste dei propri clienti, 58.000 euro complessivi per FoniaCom, Unocom e Digital Media Italia per scarsa trasparenza e infine 58.000 per BT per applicazione errata di costi di recesso.

Considerando i bilanci delle compagnie telefoniche conteggiati in miliardi di euro, sanzioni del genere non penso siano adeguate e utili a risolvere il problema.

Quando per un atto scorretto incassi milioni di euro, una multa di qualche centinaio di migliaio di euro la metti tranquillamente in preventivo!

 

Notizie per Categoria