Apple acquisisce Siri specializzata in Voice Recognition

 

Apple continua lo shopping di aziende, acquisendo questa volta la società Siri, specializzata in Voice Recognition, che potrebbe fornire ad Apple il know how e il software per poter sviluppare applicazioni per il comando vocale su Mac e dispositivi Mobile

Scritto da Redazione il 30/04/10 | Pubblicata in Produttori | Archivio 2010

 
Siri MobileApple continua lo shopping di aziende, acquisendo questa volta la società Siri, specializzata in Voice Recognition, che potrebbe fornire ad Apple il know how e il software per poter sviluppare applicazioni per il comando vocale su Mac e dispositivi Mobile.

Siri è una società con sede a San Jose, in California e fornisce attualmente una applicazione per iPhone e iPod Touch basata su sistema GPS e tecnologia di riconoscimento vocale e in grado di convertire i comandi vocali in  ricerche web per trovare le risposte.

I termini finanziari dell'operazione non sono stati ancora resi noti, ma si presumo possano ammontare intorno ai 200 milioni di dollari ,visti i 30 sborsati dai fondi di investimento per avviare questa start up.

Tra i finanziatori di questa società troviamo anche Li Ka-Shing, un miliardario cinese già noto alla rete visto che precedentemente aveva investito in Facebook.

I tre grandi temi del futuro, ovvero Comando Vocale, Localizzazione Mobile e Pubblicità Mobile, sono al momento terreno di sfida tra Apple e Google che si combattono a forza di acquisizioni e investimenti milionari.

Google al momento dispone già di servizi e software piuttosto maturi, tra i quali possiamo citare Google Voice, Google Latitude e il sistema pubblicitario Google Adwords e al momento in netto vantaggio rispetto alla società di Cupertino, impegnata a recuperare terreno con acquisizioni mirate.

Apple: Tim Cook parla di Siri, brevetti e i problemi in Thailandia

 
La conferenza stampa dei risultati finanziari relativi al quarto trimestre fiscale è stata l'occasione per il nuovo CEO di AppleTim Cook (nella foto in basso), per rispondere a qualche domanda formulata dai giornalisti presenti.
 
In particolare, le domande si sono focalizzate su Siri (disponibile solo su iPhone 4S), la battaglia legale con Samsung a causa dei brevetti e i possibili problemi derivati dal recente alluvione in Thailandia. Cook ha definito Siri come un fantastico, incredibile sistema di riconoscimento vocale e che "nel tempo verrà utilizzato da molte persone in modo sostanziale".
 
Per quanto riguarda il conflitto legale con l'azienda sud coreana, il CEO della Mela ha risposto così: "Abbiamo speso un sacco di tempo, di soldi e di ricerca per presentare incredibili innovazioni… non ci piace quando qualcun altro se ne appropria. Purtroppo siamo stati costretti a prendere provvedimenti giudiziari per rimediare."
 

 
Questa invece la sua dichiarazione relativa al disastro ambientale in Thailandia: "Abbiamo diversi fornitori, ci sono molte fabbriche non utilizzabili, ed i tempi di recupero non sono noti. Non posso darvi un rendiconto preciso, ma è ciò di cui mi sto occupando. Ci sarà una carenza complessiva nel mercato delle unità disco, come influirà su Apple non ne sono sicuro."
 

Apple: l'ideatore di Siri lascia l'azienda

 
Dag Kittlaus, una delle figure chiave per quanto riguarda la creazione e lo sviluppo di Siri, ha comunicato che subito dopo il lancio americano di iPhone 4S ha abbandonato Apple per dedicarsi di più alla sua famiglia a Chicago e per provare nuove idee imprenditoriali.
 
Secondo quanto riportato dall'autorevole All Things Digital, le dimissioni dalla casa di Cupertino sarebbero avvenute in maniera del tutto amichevole, rimanendo in buoni rapporti con i dirigenti dell'azienda. Non è quindi da escludere che Apple possa contattarlo in futuro per consulenze di vario genere.
 
Vi ricordiamo che Siri, compatibile per il momento soltanto con il nuovo modello di iPhone, è un sistema avanzato di riconoscimento vocale in grado di elaborare le informazioni anche da frasi complesse. Ora come ora è disponibile in inglese, francese e tedesco, ma nel 2012 arriverà anche in italiano.

 

 
L'assistente personale del melafonino è solo una delle tante novità inserite all'interno dell'aggiornamento del sistema operativo iOS 5.0. Possiamo ad esempio citare la presenza del Centro Notifiche, iMessage, Promemoria, PC Free e l'integrazione completa con Twitter.

 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?