Rivoluzione Browser: Microsoft sotto il 60 percento

 

L'obbligo di consentire agli utenti la scelta del proprio browser preferito ha portato per la prima volta dopo decenni di predominio, ad una notevole e fortissima contrazione della quota di mercato detenuta da Microsoft con Internet Explorer

Scritto da Redazione il 04/05/10 | Pubblicata in Produttori | Archivio 2010

 
L'obbligo di consentire agli utenti la scelta del proprio browser preferito ha portato per la prima volta dopo decenni di predominio, ad una notevole e fortissima contrazione della quota di mercato detenuta da Microsoft con Internet Explorer.

L'ultimo report rilasciato da Netmarketshare ha evidenziato per la prima volta una discesa sotto quota 60% per Internet Explorer che si attesta al 59.95%, ponendo fine ad un monopolio di fatto di Microsoft nei browser.

Tasso di sviluppo dei Web Browser negli ultimi mesi



Tra i browser secondari che hanno ottenuto i maggiori benefici troviamo Opera e Chrome, rispettivamente a quota 2.3 e 6.7%. La questione Chrome in realtà è un pò diversa, visto che negli ultimi mesi ha subito una notevole accelerazione per via di forti campagne pubblicitarie lanciate da Google.

Stabile invece la quota di Firefox che da questa scelta non ha ricevuto particolari vantaggi (appena 0.07% in più)

Classifica dei Web Browser di Aprile 2010

Microsoft Internet Explorer 59.95%
Firefox 24.59%
Chrome 6.73%
Safari 4.72%
Opera 2.30%




 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?