Nokia Siemens Networks mette le mani su Motorola Wireless

 

Nokia Siemens Networks acquisirà la componente Wireless di Motorola sviluppata soprattutto nel Nord America con una operazione stimata in 1,2 miliardi dollari

Scritto da Redazione il 22/07/10 | Pubblicata in Produttori | Archivio 2010

 
Nokia Siemens NetworkNokia Siemens Networks acquisirà la componente Wireless di Motorola sviluppata soprattutto nel Nord America con una operazione stimata in 1,2 miliardi dollari.

Motorola è il principale fornitore di apparecchiature di rete Wireless in Nord America e secondo a livello mondiale, subito dietro alla svedese Ericsson.

Lo scorso anno Nokia aveva provato ad acquisire la canadese Nortel che alla fine è finita in mano di una joint venture Ericsson e Ciena.

Motorola potrebbe cosi vedersi di fatto scorporata in due unità distinte, una dedicata al mondo business con le apparecchiature di rete che sarebbe acquisita appunto da Nokia Siemens Networks e la seconda dedicata invece al settore cellulari.

La scissione in 2 unità distinte permetterebbe a Motorola di poter acquisire liquidità dalla cessione di una parte e concentrarsi cosi solo nel mercato cellulari e smartphone, dove comunque gli analisti non sono proprio fiduciosi, viste le ridotte dimensioni rispetto ai concorrenti.

Questa mossa potrebbe comunque creare le condizioni di mercato per fare in modo di poter mettere sul mercato anche Motorola che scorporata della parte "industriale", potrebbe diventare appetibile ad altri produttori.

Accordo Nokia Siemens-Motorola: in attesa del via libera dall'Antitrust cinese
 
Nokia Siemens Networks ha annunciato che dovrebbe chiudere l'acquisizione della maggioranza dell'asset della rete di Motorola entro il primo trimestre del 2011.
La pratica non è ancora chiusa: nonostante l'accordo sia stato siglato il 19 Luglio 2010, la società è ancora in attesa del semaforo verde da parte dell'Anti-Monopoly Bureau del Ministero del Commercio cinese, che tutt'ora sta esaminando il caso per emettere il verdetto.
I permessi dell'Antitrust negli altri paesi interessati dall'accordo (Stati Uniti, Unione Europea, Brasile, Giappone, Russia, Sud Africa, Taiwan e Turchia) sono già stati ottenuti.
Rajeev Suri, chief executive officer di Nokia Siemens Networks, è in disappunto con questo ritardo. "Lavoriamo a fianco delle autorità cinesi per giungere a una soluzione".
In seguito all'accordo circa 7.500 lavoratori di Motorola dovrebbero trasferirsi alle dipendenze di Nokia Siemens Networks (ciò accadrà solamente quando arriverà il semaforo verde da parte delle autorità cinesi).
 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?