Usa: Riaa propone Radio FM obbligatoria nei cellulari

 

Se pensate che le lunghe mani della Siae in Italia siano state fastidiose e irritanti, va forse peggio negli Usa dove la RIAA, che riunisce l'industria musicale americana, dopo la richiesta di una tassa alle stazioni radio (pari all'1% del fatturato), vorrebbe addirittura una legge per obbligare a inserire la radio FM in tutti i cellulari, con lo scopo evidente di poter in futuro chiedere ulteriori commissioni e royalty anche a operatori e produttori

Scritto da Redazione il 20/08/10 | Pubblicata in Produttori | Archivio 2010

 
La Riaa chiede una Radio FM su tutti i cellulariSe pensate che le lunghe mani della Siae in Italia siano state fastidiose e irritanti, va forse peggio negli Usa dove la RIAA, che riunisce l'industria musicale americana, dopo la richiesta di una tassa alle stazioni radio (pari all'1% del fatturato), vorrebbe addirittura una legge per obbligare a inserire la radio FM in tutti i cellulari, con lo scopo evidente di poter in futuro chiedere ulteriori commissioni e royalty anche a operatori e produttori.

Produttori di elettronica e operatori telefonici, fiutata la trappola, hanno espresso una netta opposizione a questa proposta indicata come assurda e improponibile, aggiungendo tra l'altro che i prodotti con radio FM non sono nemmeno i più richiesti e venduti.

La richiesta appare davvero strana e insensata ed è l'ennesimo tentativo di poter creare un alibi ad una futura richiesta di royalty, ormai di moda negli Usa e già legge in Italia, dove la tassa Siae colpisce qualunque dispositivo dotato di memoria, anche se non direttamente capace di riprodurre contenuti multimediali.







 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici