Italia: Internet vale il 2 percento del PIL

 

In un paese dove industria e agricoltura arrancano sempre di più, Internet rappresenta una bella sorpresa per il nostro paese

Scritto da Redazione il 12/04/11 | Pubblicata in Produttori | Archivio 2011

 
In un paese dove industria e agricoltura arrancano sempre di più, Internet rappresenta una bella sorpresa per il nostro paese.

Nonostante si sia fatto molto poco e nonostante oggi il settore soffre di mancanza di infrastrutture adeguate, alfabetizzazione informatica e lavoratori specializzati, da solo rappresenta il 2% del PIL Italiano, pari a circa 31.6 miliardi di euro, in continua crescita nonostante la crisi economica.

Un dato comunque sotto la media europea, visto che la Francia, simile a noi per abitanti e composizione, porta a casa con il Web il 3.7% del Prodotto Interno Lordo per una cifra di  72 miliardi euro, oltre il doppio del web italico.


Secondo i dati rilasciati da Google, Internet dovrebbe salire al 4.3% del PIL Italiano entro il 2015; una realtà che come per il tessuto industriale è composta per lo più da piccole e medie imprese con qualche eccezione dei grandi colossi Web.

Fattore chiave per il nostro paese che vive grazie all'export e al turismo: le PMI che sfruttando al meglio la rete godono di maggiori incrementi di fatturato estero, pari al 15% contro il 4% delle aziende che non utilizzano la rete.

Sono trascorsi già 25 anni dalla prima connessione Italiana alla vecchia rete Arpanet, la versione universitaria del progetto militare Darpa, che mirava a studiare un mezzo per trasferire in tutta sicurezza i dati nella media e lunga distanza (era il 30 aprile 1986).

La prima connessione italiana avvenne a Pisa, proprio dove oggi ha sede anche il registro dei domini italiani, il NIC e dove hanno sede diversi istituti collegati al CNR.

Nonostante oggi l'Italia non brilli nelle web classifiche, fa un pò strano pensare che siamo stati il terzo paese in Europa a collegarsi ad Internet dopo Norvegia (terra natale delle BBS) e Gran Bretagna.

Per festeggiare tale ricorrenza, dal 5 all'8 maggio si terrà l'evento Internet Festival a Pisa, per uan 4 giorni di iniziative legate alla cultura, arte e comunicazione nel Web. (Maggiori dettagli sul sito ufficiale Internet Festival).

Italia: In crescita Internet Mobile, meno suonerie piu' App

 
Il Politecnico di Milano rilascia i dati di uno studio condotto con la collaborazione del Mobile Entertainment Forum e fornisce una chiara fotografia sullo stato del Mobile in Italia e del mercato dei contenuti digitali.
Complessivamente, i contenuti digitali producono 1,1 miliardi di fatturato sul totale di circa 20 realizzato dal comparto telefonia.


Cresce il tempo passato online da cellulare con una media di 30 minuti al giorno, inferiore rispetto agli utenti desktop ma più costante durante la settimana, mentre in forte crescita il mercato dei contenuti digitali ad alto valore aggiunto, guidato soprattutto dalle applicazioni che portano a casa il 10% del fatturato Mobile (+113%)

Cresce l'utilizzo e la voglia di Internet Mobile in Italia, con un bel +27% rispetto al 2009 e ormai ben 11 milioni di Italiani si collegano alla rete da smartphone.

Facebook e Social Network tra i più utilizzati.


In forte crescita gli abbonamenti di tipo flat, che rappresentano ad oggi il 40% del mercato degli utenti smartphone (+43% rispetto al 2009) per 538 milioni di euro di fatturato.

InMobi: Italia a due velocita' tra Utenti Smartphone e Cellulari

InMobi Mobile Insights Report annuncia i dati di uno studio condotto sugli utenti Smartphone a livello mondiale. Il report globale è stato condotto grazie ai dati raccolti dal sistema pubblicitario per cellulari InMobi che viene attualmente visualizzato da ben 314 milioni di utenti nel mondo.

InMobi

Interessanti i dati che riguardano l'Italia, dove persiste un grosso divario tra chi dispone di uno Smartphone e chi invece ha solo un classico cellulare.

A livello di navigazione e utilizzo di applicazioni, gli utenti smartphone, seppure numericamente inferiori, totalizzano oltre il 61% della navigazione totale, confermando che ad una maggiore conoscenza corrisponde anche una maggior frequenza e qualità di utilizzo del cellulare.

Interessanti i dati degli utenti Smartphone  relativi a sistemi operativi e produttori.

Dai dati emerge che  iOS (26%) e Android (21%) i due principali sistemi operativi utilizzati in Italia che portano a casa quasi il 50% del mercato mentre più indietro Rim BlackBerry e Symbian che a differenza di altri paesi, dispone di una buona quota di mercato in Italia.

A livello di diffusione, Samsung, Apple e Nokia sono i tre principali produttori, con ben il 75% di quota mercato con Samsung leader con oltre il 27%.
 

 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?