PlayStation, hackers rubano dati di 77 milioni di utenti

 

Dopo il blackout degli ultimi giorni, Sony ha avvisato i 77 milioni di utenti del PlayStation Network che i loro dati sensibili (nomi, gli indirizzi, date di nascita, probabilmente i dati delle carte di credito, etc) potrebbero essere stati rubati da degli hackers

Scritto da Maurizio Giaretta il 27/04/11 | Pubblicata in Produttori | Archivio 2011

 

Dopo il blackout degli ultimi giorni, Sony ha avvisato i 77 milioni di utenti del PlayStation Network che i loro dati sensibili (nomi, gli indirizzi, date di nascita, probabilmente i dati delle carte di credito, etc) potrebbero essere stati rubati da degli hackers.

Il colosso giapponese non può affermare con certezza che i numeri delle carte di credito siano stati rubati, tuttavia ha consigliato agli utenti di rivolgersi ai propri istituti bancari per controllare o risolvere la questione.

Lo scorso 30 Marzo c'è stata una falla nell'Epsilon Data Management dell'Alliance Data System che si è tramutata nel furto di dati dei clienti in banche come Citigroup e JPMorgan e da rivenditori come Best Buy e Walgreen.

Sony ha affermato di essere venuta a conoscenza del problema il 19 Aprile e ha prontamente bloccato il PlayStation Network. Dei dati rubati non si è saputo nulla fino ad alcune ore dopo il lancio dei due nuovi tablet Android S1 e S2, avvenuto ieri in Giappone.

Secondo un portavoce di Sony ci sono voluti "diversi giorni di indagini" (effettuate dall'FBI) prima di venire a conoscenza della falla e conseguentemente dei dati sottratti.Diversi utenti del network non l'hanno presa molto bene. Uno dei motivi principali della rabbia è il ritardo con il quale Sony ha divulgato queste informazioni.

Il PlayStation Network dovrebbe tornare agibile entro una settimana.

PlayStation Network online tra qualche giorno, Dati sensibili al sicuro

Arrivano nuovi aggiornamenti da Sony relativi allo stato della sua rete Sony Playstation Network, attualmente irraggiungibile e colpita qualche giorno fa da ripetuti attacchi informatici.

Per ora si parla di un periodo di attesa che andrà da 2 a 7 giorni e quindi ancora per un pò la rete risulterà off line, obbligando i giocatori di Playstation e Playstation Portable a giocare nel modo tradizionale, ovvero da soli.
 
Satoshi Fukuoka, portavoce di Sony Computer Entertainment a Tokyo ha però annunciato che sono in corso verifiche anche per capire quali dati possano in qualche modo essere stati trafugati.

Nello specifico, nella rete Sony ci sono circa 70 milioni di utenti registrati e potenzialmente 1 milione di abbonati al servizio Premium.
Al momento non sono stati resi noti eventuali problemi relativi al furto di dati. 
 

PlayStation Network, confermati gli attacchi alla rete

Sony annuncia che la rete PlayStation Network, utilizzata dagli utenti PlayStation 3 e PlayStation Portable per il gioco online, resterà off line fino al termine dei lavori di messa in sicurezza.

Di recente, infatti, la stessa rete era stata colpita da attacchi informatici, come riferito da Sony stessa che ha confermato la tesi e quindi spiegato i continui black out, fino al blocco definitivo che persiste ormai da 4 giorni.

L'attacco informatico sembra sia stato effettuato mediante attacchi DOS (Denial of Service) che puntano a rendere inaccessibile la rete creando una sorta di sovracarico della stessa.


Sony ha inoltre annunciato che tecnici e sviluppatori sono già al lavoro per adottare tutte le misure a salvaguardia del sistema di gaming online e rendere più sicura la rete anche per eventuali attacchi futuri.

Ad oggi sono circa 70 milioni gli utenti che accedono on line tra le due console di gioco e la rete stessa è stata forse uno dei fattori chiave vincenti nella guerra del gaming online. L'accesso alla rete Sony prevede una tipologia di accesso gratuita e un'altra premium a pagamento con abbonamenti di circa 50 dollari annuali.

Sony Playstation Network: Una Class Action contro il furto dei dati

 
I problemi derivanti dall'attacco informatico subito dalla rete Playstation Network dureranno per parecchio tempo, e non solo per questioni puramente tecniche.

Se il network dovrebbe tornare operativo entro pochi giorni, non si conosce ancora bene quanti e quali saranno gli strascichi futuri per Sony, che con questo problema potrebbe aver seriamente compromesso il futuro premium della sua rete.

Sony sarà infatti la prima società a subire una class action per il furto dei dati e la violazione degli stessi, con la motivazione di non aver fatto abbastanza per mettere tali dati al sicuro.
 

Tra le motivazioni di questa class action, avviata dall'avvocato Kristopher Johns, in Alabama, anche il ritardo con la quale Sony ha informato i propri clienti del problema, soprattutto quello legato ai dati fiscali e delle carte di credito.
 

Sony, in vendita i dati rubati dal Playstation Network
 

Playstation NetworkI dati rubati da Sony Playstation Network e Qriocity in seguito l'attacco informatico dei giorni scorsi sarebbero in vendita all'asta.
A diffondere l'indiscrezione è Kevin Stevens di TrendMicro che, tramite Twitter, ha fatto sapere di aver visto messaggi in alcuni forum che confermano la messa in vendita dei dati di 2,2 milioni di utenti dei servizi Sony.
A rischio ci sono nomi, cognomi, indirizzi, numeri di telefono, mail, dati anagrafici e numeri di carta di credito. L'unico dato che (forse) è al sicuro secondo Sony è il codice di sicurezza che consente di effettuare transizioni online tramite la carta di credito, poichè la crittogfrafia si trova in un database diverso da quello violato.
 
I veri hacker, ancora sconosciuti, potrebbero non essere coloro che hanno messo all'asta i dati. Questo rischio porterebbe ad una truffa che aggrava la situazione. La stessa Sony ha lanciato una propria offerta per acquistare le informazioni in modo da abbassare il rischio di sicurezza, ma non è stata accettata.
Un consiglio per mettere al sicuro i propri dati, prima che diventi troppo tardi, è quello di cambiare le proprie credenziali di accesso (username e password) di Playstation Network e Qriocity, ma bisogna attendere che vengano riabilitati i servizio momentaneamente sospesi.
 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?