Nvidia annuncia Tegra 3 e conferma le prestazioni da PC

 

Dopo aver anticipato la probabile data di uscita per Nvidia Tegra 3, la società produttrice del chip grafico per dispositivi mobili ha ufficializzato il suo prodotto, confermandone le caratteristiche tecniche

Scritto da Simone Ziggiotto il 10/11/11 | Pubblicata in Produttori | Archivio 2011

 

Dopo aver anticipato la probabile data di uscita per Nvidia Tegra 3, la società produttrice del chip grafico per dispositivi mobili ha ufficializzato il suo prodotto, confermandone le caratteristiche tecniche.

Il chip nVidia Tegra 3 è un quad-core ed è pubblicizzato per portare "le prestazioni come da PC ai massimi livelli" cominciando da una durata della batteria maggiore. Probabilmente vi ricordate il video nel quale ci era stato mostrato ancora nel mese di maggio Kal-El (questo il nome di Tegra 3) in azione con "prestazioni fino a 3 volte superiori a Tegra 2, e il consumo energetico fino al 61 per cento in meno".

Il Tegra 3 è possibile considerarlo come fosse un penta-core, perché mette a disposizione un quinto nucleo. Infatti, sono presenti quattro core 'di base' (da confermare la frequenza fino a 1,4GHz) e uno di supporto (probabile da 500MHz) a cui spetterà il compito di gestire le operazioni in background.

Nvidia Tegra 3

I singoli core entreranno in funzione solamente quando necessario. Secondo quanto riportato da nVidia servono 4 core in uso durante il gaming intenso; 2 core in uso durante la navigazione web; 1 core in uso durante la navigazione web standard e 1 core di supporto durante lo standby.

nVidia Tegra 3 è dotato di una GPU GeForce a 12 core, offrendo fino a 3 volte le prestazioni grafiche del processore Tegra 2, compreso il supporto per il 3D stereoscopico per i futuri schermi tridimensionali.

Il chip Tegra 3 è già in produzione e potremmo avere la possibilità di vedere alcuni dispositivi con compatibili in occasione del CES 2012 a Las Vegas o al MWC di Barcellona.

Nvidia Tegra 3 avra' cinque core di elaborazione dati

 
Mancano pochi mesi all'arrivo sul mercato dei primi smartphone e tablet Android basati sul chipset di nuova generazione Nvidia Tegra 3, e nell'attesa i rappresentanti dell'azienda californiana hanno deciso di svelare maggiori dettagli a riguardo.
 
Il nuovo SOC (System On Chip) della casa di Santa Clara è stato classificato con il nome in codice Kal-El e non sarà basato su quattro core, bensì cinque, creando quindi una piattaforma penta-core.
 

 
Il quinto core è stato chiamato "companion core" e, come suggerisce il termine inglese, serve a garantire il funzionamento del sistema anche quando gli altri quattro core ARM Cortex A9 sono in stato di "idle", ovvero non sono attivi perchè non vengono richieste alte prestazioni.
 

 
Nvidia ha scelto la tecnologia vSMP (Variable Symmetric Multiprocessing) per evitare di riprogettare il chipset e fornire al tempo stesso una soluzione in grado di bilanciare in maniera intelligente le prestazioni e il consumo energetico. Tutto a favore dell'autonomia complessiva del dispositivo portatile.

Il chip Nvidia Tegra 3 sbarca sulla Luna

 
Il nuovissimo chip Nvidia Tegra 3, che equipaggerà numerosi tablet e smartphone di prossima generazione, sarà protagonista di una missione nientemeno che sulla Luna.
 
Per partecipare alla competizione Google Lunar X Prize, infatti, il team Synergy Moon ha annunciato che realizzerà due robot, Tesla Prospector e Tesla Surveyor, utilizzando proprio il chip Tegra 3 e la tecnologia Cuda di Nvidia.
 
La competizione sponsorizzata da Google, che mette a disposizione circa 30 milioni di dollari in premi, ha l'obiettivo di incentivare la progettazione di rover in grado di atterrare sulla superficie della Luna, muoversi per 500 metri e mandare video, immagini e dati verso il nostro Pianeta, oltre a osservare l'ambiente circostante.
 
Il robot Tesla Prospector è progettato per percorrere 500 metri sulla superficie lunare. raccogliere dati e scattare immagini che poi saranno spediti sulla Terra. Tesla Surveyor invece ha una forma sferica (si veda il video), è equipaggiato con fotocamere ad alta definizione in grado di registrare immagini stereoscopiche. Serviranno principalmente a registrare la superficie della Luna.
 

Nvidia Tegra 3: l'architettura si chiamera' 4-PLUS-1
 

NvidiaA differenza di molti altri quad-core disponibili sul mercato, Nvidia Tegra 3 dispone anche di un quinto nucleo. Il lavoro di questo nucleo è quello di gestire tutte le attività che richiedono minime prestazioni e si attiva quando tutti e quattro i core principali sono in pieno utilizzo.
 
Il quinto core viene chiamato in causa solo quando c'è una grande richiesta di elaborazione dati, come ad esempio nei giochi 3D. Ciò si traduce in durata della batteria incredibile perché il nucleo supplementare consuma molto poco rispetto ai quattro core.
 
Questo tipo di architettura viene chiamata 'architettura simmetrica' (o VSMP). Ma come si può immaginare, data la lunghezza, il nome non puo' essere stampato sulle confezioni di vendita del prodotto, per cui Nvidia ha scelto di rinominare l'architettura in 4-PLUS-1.
 
Nvidia chipset
 
A partire da oggi, si vedrà il nome 4-PLUS-1 su ogni nuovo chipset Tegra 3. In realtà, abbiamo già avuto modo di vedere nel comunicato stampa per LG Optimus 4X HD il nuovo nome visto che lo smartphone utilizza il processore Tegra 3.
E con il Mobile World Congress ormai alle porte, ci si può aspettare di vedere la nomenclatura 4-PLUS-1 molto più spesso nel prossimo futuro.

Nvidia Tegra 3: video delle potenzialita' grafiche del nuovo chipset

NVIDIA ha da poco pubblicato sul portale Youtube un video che mostra le potenzialità grafiche del nuovo chipset Tegra 3 basato sull'architettura 4-PLUS-1 (quattro core tradizionali affiancati da un quinto core a basso consumo che è attivo durante le operazioni meno impegnative di risorse).

Nel filmato possiamo vedere moltissimi giochi 3D di alta qualità (scaricabili dal market apposito Tegra Zone) che riprendono le meccaniche di gameplay dei titoli apparsi da tempo su PC e console. Interessante il fatto che il chipset sia in grado di gestire senza alcun problema effetti grafici avanzati come texture in alta risoluzione, illuminazione HDR e ombre dinamiche.

A detta dei portavoce dell'azienda di Santa Clara, nel giro di pochi anni i tablet PC e i cosiddetti superphone riusciranno a garantire un impatto visivo davvero simile, se non addirittura superiore, a quello offerto dalle console da salotto.
 

E' vero, lo schermo touch non è certo l'ideale per controllare i giochi più avanzati, ma non dobbiamo dimenticare che il sistema operativo Android supporta nativamente periferiche esterne come il mouse, la tastiera e il gamepad.

NVIDIA Tegra 3: Fifth Companion Core


 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?