Kodak cita in giudizio HTC e Apple per violazione di brevetto

 

Il team legale di Kodak ha citato in giudizio due grandi nomi nel mondo mobile, HTC e Apple

Scritto da Simone Ziggiotto il 13/01/12 | Pubblicata in Produttori | Archivio 2012

 

Il team legale di Kodak ha citato in giudizio due grandi nomi nel mondo mobile, HTC e Apple. Le due società hanno commesso un'infrazione su una serie di brevetti proprietari di Kodak e le problematiche in questione riguardano un vasto numero di smartphone e tablet.

Kodak ha presentato una denuncia presso la US International Trade Commission (ITC) e la Corte Distrettuale Americana occidentale di New York. Le infrazioni che riguardano sia HTC che Apple includono brevetti relativi alla tecnologia usata per inviare le immagini dai dispositivi mobili.

Ci sono quattro brevetti in questione, tra cui "la trasmissione automatica di immagini da una fotocamera elettronica a un fornitore di servizi utilizzando un file di configurazione di rete" e "la cattura delle immagini digitali da trasferire ad un indirizzo di posta elettronica".
Questi brevetti si riferiscono a servizi che possiamo riscontrare in un certo numero di smartphone in commercio.

Kodak, tuttavia, ha già concesso in licenza i brevetti violati ad un certo numero di aziende, tra cui LG Electronics, Motorola, Samsung Electronics e Nokia.

Kodak logo

L'azione legale ha avuto luogo solo dopo che Kodak si è vista rifiutare da HTC e Apple la richiesta di pagamento delle licenze in seguito numerosi colloqui con entrambe le società. Nonostante questo Kodak ha detto che il suo scopo non è quello di vietare la vendita di prodotti HTC o Apple, ma semplicemente ricevere un "equo compenso per l'utilizzo non autorizzato" della sua tecnologia.

Per il momento nè HTC nè Apple ha accettato di commentare la situazione. L'azienda taiwandese, in particolare, era già stata citata in giudizio da Kodak per la proprietà di brevetto riguardante un metodo che visualizza un'anteprima delle immagini.

Kodak sa che in questo momento più che mai deve proteggere i suoi  brevetti. La società ha avvertito che se non è in grado di vendere abbastanza brevetti relativi alle immagini digitali nel corso del 2012, potrebbe benissimo entrare in fallimento: una prospettiva triste per una società che è stata nel settore dell'imaging per oltre 130 anni.
 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?