AgCom: Cariche rinnovate, ennesima spartizione di poltrone

 

La vergogna della politica italiana purtroppo non conosce limiti e per l'ennesima volta assistiamo alla solita e classica spartizione di poltrone, con persone non certo tra le più competenti a gestire enti che, funzionassero bene, potrebbero aiutare questo paese

Scritto da Redazione il 07/06/12 | Pubblicata in Produttori | Archivio 2012

 
La vergogna della politica italiana purtroppo non conosce limiti e per l'ennesima volta assistiamo alla solita e classica spartizione di poltrone, con persone non certo tra le più competenti a gestire enti che, funzionassero bene, potrebbero aiutare questo paese.

Sono state infatti rinnovate le cariche per l'AGCOM, l'agenzia che dovrebbe vigilare sulla corretta competizione degli operatori sul mercato e tutelare il pluralismo e le libertà.

Le nomine, già decise ancora prima di verificare e vedere i CV arrivati in camera, sono state di fatto decise da PD, PDL e UDC, i quali hanno deciso di spartirsi le poltrone come ormai si fa da 50 anni.


Chi sono gli eletti?


Dalla camera dei deputati sono stati eletti per AgCom Maurizio Decina (163 voti) e Antonio Martusciello (148 voti) mentre dal Senato Antonio Preto (94 voti) e Francesco Posteraro (91 voti)

Stefano Quintarelli, fortemente sostenuto da tutta la rete, è stato bocciato dal parlamento e ha ottenuto solo 15 voti.

Alla autorità Garante della Privacy sono stati eletti Giovanna Bianchi Clerici e Antonello Soro dalla Camera e Augusta Iannini e Licia Califano dal Senato.

Il presidente AgCom, nominato dal premier, dovrebbe essere Angelo Marcello Cardani, docente presso la Bocconi.
 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?