Italia, una panoramica sui servizi Cloud

 

Aprire archivi fotografici anche se non si ha l'hard disk a portata di mano, ascoltare la propria musica tramite qualsiasi dispositivo connesso a internet, lavorare su files contemporaneamente con i colleghi

Scritto da Maurizio Giaretta il 22/06/12 | Pubblicata in Produttori | Archivio 2012

 

Aprire archivi fotografici anche se non si ha l'hard disk a portata di mano, ascoltare la propria musica tramite qualsiasi dispositivo connesso a internet, lavorare su files contemporaneamente con i colleghi. Questi sono solo alcuni dei vantaggi che i servizi Cloud hanno da offrire.

Il loro uso, che è in crescita, è stato studiato da Microsoft. La società di Redmond ha monitorato il comportamento di circa 10.500 utenti del servizio MSN residenti in Europa (Italia compresa) e in Sud Africa.

Dai dati raccolti è emerso che in Italia si accede ai servizi Cloud principalmente dal personal computer di casa (nell'83% dei casi). La maggior parte delle volte questo è l'unico strumento usato, poichè solamente una persona su tre (il 33%) vi accede usando più dispositivi. Facendo un rapido confronto con gli altri stati europei, si scopre che in Ungheria il 77% degli utenti vi accede facendo uso di più dispositivi.

Altro dato interessante: in media in Europa il 37% degli utenti usa il servizio dallo smartphone (contro il 19% degli italiani) e un altro 54% dal laptop personale. Quest'ultimo dato va a cozzare contro il più blando 16% in Italia.

Da noi in media si è meno preoccupati delle questioni di privacy e di sicurezza. Infatti solamente il 14% dei lavoratori ha timore che ciò che scrive venga poi letto dall'azienda e il 27% teme il furto delle proprie credenziali. Sempre per confronto, il 46% dei tedeschi pensa che i propri contenuti possano essere letti dall'azienda, mentre i più preoccupati del furto delle password sono gli ungheresi (44%) e i finlandesi (40%).

E' possibile che le percentuali più basse che si registrano in Italia siano frutto di una generale disinformazione sull'argomento. Pertanto consigliamo di leggere "I servizi Cloud storage e i limiti alla Privacy".

Oggi i servizi Cloud che si possono scegliere sono davvero numerosi. Ciascuno di essi offre gratuitamente almeno 1 GB di spazio online. Un vantaggio importante che viene offerto è la possibilità di lavorare contemporaneamente su uno stesso documento (vedi per esempio Google Drive) anche se ci si trova in città diverse.

Microsoft offre SkyDrive, un prodotto che mette a disposizione degli utenti 7 GB di spazio online gratuito.

 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?