Foto migliori con lo Smartphone: alcuni consigli

 

Uno smartphone è comodo in quanto consente di avere in mano un sostituto delle fotocamere digitali compatte

Scritto da Maurizio Giaretta il 25/10/12 | Pubblicata in Produttori | Archivio 2012

 

Uno smartphone è comodo in quanto consente di avere in mano un sostituto delle fotocamere digitali compatte. Lo si può usare per immortalare momenti particolari come tramonti, panorama, espressioni e altre situazioni che si vogliono ricordare.

La qualità delle immagini che vengono scattate dal telefonino (così come dalle fotocamere compatte) tuttavia è molto distante da quella delle macchine fotografiche reflex. Ma questo non è un buon motivo per non cercare di ottenere il massimo dal proprio dispositivo.

Ora diamo una serie di consigli utili per sfruttare al meglio la fotocamera sugli smartphones (specialmente su quelli di buon livello).

Apparato fotografico di iPhone 5.


Fotocamera sempre a portata
- La tempestività è un fattore molto importante, pertanto consigliamo di tenere l'icona dell'app Fotocamera sempre nella schermata principale del telefono (meglio ancora, alcuni telefoni consentono di accedervi direttamente dalla schermata di blocco).

Luce - Un ambiente soleggiato o una stanza buia sono due situazioni diametralmente opposte. Per gli scatti 'veloci' consigliamo di tenere le impostazioni automatiche. Se si ha tempo a disposizione, invece, è bene selezionare la modalità di scatto (Scene) più opportuna. Con "tramonto", per esempio, si otterranno colori più vivaci anche in condizioni di illuminazione più fievole.

Foto e Smartphone: tecnica HDR e regole di composizione

Se si fotografa un panorama soleggiato, è bene usare la modalità High Dynamic Range (HDR). Così le ombre saranno meno scure e più bilanciate. Questo sistema cattura immagini a tre livelli di esposizione (bassa, media e alta) e li combina in un'unica foto finale. E' molto utile quando ci sono forti contrasti tra chiaro e scuro.
 

 
Esempio di scatto in modalità HDR attiva con Motorola Razr M.

Appoggio
 - Il telefono è dotato di stabilizzatore dell'immagine, tuttavia per risultati al massimo livello è bene trovare sempre una base di appoggio durante lo scatto. Se non è presente, afferrare il telefono con entrambe le mani e appoggiare i gomiti al corpo. In ogni caso, usare la modalità scatto continuo, in modo da avere più versioni della stessa foto.
 
Soggetto e composizione - Bisogna avere ben chiaro qual è il soggetto dell'immagine. Se il soggetto è una persona ma la si fa comparire troppo piccola, magari lasciando troppo spazio al panorama retrostante, probabilmente non si hanno ancora le idee chiare su quello che si intende fare.
Sempre in merito alla composizione, raccomandiamo di ricordare la regola dei terzi.
 
Post-elaborazione - Molti problemi possono essere risolti in post-elaborazione, per esempio usando programmi come Photoshop. Si possno ulteriormente correggere livelli di luminosità, colore e altri dettagli importanti. Ultimo consiglio: se si vuole dare maggiore importanza a un elemento dell'inquadratura, è possibile sfocare leggermente lo sfondo (tecnica del Bokeh).
 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?