Calcio: l'Occhio di Falco debutta al Mondiale per Club

 

Per evitare il ripetersi delle mostruosità di gol non-gol che periodicamente si vedono nelle partite di calcio, sembra che finalmente la misoneista FIFA abbia dato l'ok all'uso della tecnologia per rilevare se il pallone abbia o meno varcato la linea di porta

Scritto da Maurizio Giaretta il 06/12/12 | Pubblicata in Produttori | Archivio 2012

 

Per evitare il ripetersi delle mostruosità di gol non-gol che periodicamente si vedono nelle partite di calcio, sembra che finalmente la misoneista FIFA abbia dato l'ok all'uso della tecnologia per rilevare se il pallone abbia o meno varcato la linea di porta.

Secondo quanto riportato dal Daily Telegraph, l'occhio elettronico potrebbe esordire già al Mondiale per Club in programma a Dicembre in Giappone dal 6 al 16 Dicembre, al quale come squadra europea parteciperà il Chelsea.

Il clamoroso gol non assegnato a Muntari in Milan-Juventus del campionato 2011/12


"L'importante è che queste tecnologie si comportino nel migliore dei modi, in maniera da evitare errori. Ovviamente lo scenario peggiore si verificherebbe se la tecnologia venisse smentita dalle immagini televisive" ha affermato Steve Carter, direttore del collaudato sistema di moviola Hawk-Eye.

Nonostante le annose resistenze della FIFA, con (quasi) 13 anni di ritardo anche il calcio entrerà nel ventunesimo secolo.

L'"occhio di falco" è già ampiamente usato in altri sport come il cricket e il tennis. Secondo quanto segnalato dal Times, ha messo in evidenza che i guardialinee nelle partite di tennis (che sono tanti) fanno chiamate errate nel 27% dei casi. In altre parole, quasi 3 segnalazioni su 10 sono sbagliate.

Il clamoroso gol di Lampard non visto in Inghilterra-Germania nel mondiale 2010 in Sud Africa.


L'occhio elettronico, invece, ha un margine di errore di 3 millimetri.

Se fossimo abbastanza evoluti potremmo accettare serenamente il fatto che gli arbitri, gli assistenti di linea e i giudici di porta possano sbagliare. In un paese come l'Italia (in primis), nel quale si pensa a congiure ogni qualvolta viene commesso un errore, una tecnologia oggettiva può essere la soluzione definitiva del problema.

In attesa dell'app - Quando la tecnologia sarà adottata nelle competizioni calcistiche di tutto il mondo, sarebbe ancor più affascinante che venisse sviluppata un'applicazione collegata direttamente con i server della FIFA in grado di segnalare in tempo reale se si tratta di goal o di non-goal. Dal proprio smartphone, stando comodamente seduti a casa, si potrebbe sapere ancor prima dell'arbitro se il gol è da convalidare o meno.

 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?