Brevetti: Google ritira le accuse contro Microsoft

 

Google annuncia la tregua contro Microsoft, avendo rinunciato alle sue pretese per la presunta violazione di alcuni brevetti legati ad una tecnologia di compressione video usata nella console domestica Xbox 360

Scritto da Simone Ziggiotto il 11/01/13 | Pubblicata in Produttori | Archivio 2013

 

Google vs MotorolaGoogle annuncia la tregua contro Microsoft, avendo rinunciato alle sue pretese per la presunta violazione di alcuni brevetti legati ad una tecnologia di compressione video usata nella console domestica Xbox 360. La 'resa' è stata comunicata dallo stesso gigante della ricerca all'International Trade Commssion, che ha seguito la disputa giudiziaria tra Motora e Microsoft sin dall'inizio e che era stata chiamata a deliberare sulla disputa legale.

Il ritiro delle accuse giunge in seguito alla sentenza del giudice pronunciata lo scorso dicembre 2012, secondo la quale le innovazioni che stanno alla base della disputa - un sistema di compressione video e una tecnologia di connettività Wi-Fi - sono tecnologie utili per l'intero settore, per cui non appartenenti ad alcuna azienda in particolare.

Cosa centra Google con i brevetti di Motorola? Big G nel corso del 2012 ha portato a termine le trattative attraverso cui ha acquisito Motorola Mobility per 12,5 miliardi di dollari, acquisendo di conseguenza anche i brevetti della società. Tuttavia, come da sentenza del giudice, i diritti intellettuali che secondo Motorola Microsoft ha violato non sono di sua unica proprietà, pertanto Google ha deciso che è meglio porre fine alla disputa legale.

Google, in precedenza, aveva chiesto al giudice la condanna di Microsoft al blocco delle vendite delle console Xbox 360 e al pagamento di 4,5 miliardi di dollari, come anticipo per aver utilizzato i presunti brevetti di Motorola per un anno. Redmond, naturalmente, non è stata disponibile a soddisfare le pretese di Mountain View ma era comunque concorde nel pagare una somma in denaro pari ad un milione di dollari. Come accordo tra le parti, infine, Google ha fatto una contro-proposta chiedendo il 2,25% di royalty sugli incassi di Microsoft dalla vendita delle sue xBox 360.

Che sia veramente finita? Staremo a vedere. Nel frattempo Microsoft può continuare a vendere sul mercato la sua XBox360.

 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?