Huawei nel 2012: profitti in crescita, supera Ericsson

 

Huawei ha annunciato la propria relazione finanziaria per il 2012 da cui si evince che la società ha chiuso l'anno in bellezza, con i suoi profitti in crescita del 33 per cento

Scritto da Simone Ziggiotto il 23/01/13 | Pubblicata in Produttori | Archivio 2013

 

Huawei ha annunciato la propria relazione finanziaria per il 2012 da cui si evince che la società ha chiuso l'anno in bellezza, con i suoi profitti in crescita del 33 per cento. Cathy Meng, capo del dipartimento finanziario e figlia del fondatore dell'azienda cinese, sostiene che Huawey ha raggiunto la crescita effettiva nel 2012 concentrandosi sui clienti, razionalizzando la gestione delle risorse e migliorando la propria efficienza.

L'utile netto complessivo è riportato ammontare a 15,4 miliardi di Yuan (9,8 miliardi di dollari) con un aumento del 33 per cento rispetto all'anno precedente. Inoltre, il produttore cinese nel suo rapporto finanziario evidenzia che le entrate dalla vendita globale dei propri prodotti hanno raggiunto quota CNY 220,2 miliardi (35,4 miliardi di dollari), con un aumento dell'8 per cento su base annua. Di questi, il 66 per cento delle entrate sono state realizzate al di fuori del mercato cinese.

Huawey

Huawey vs Ericsson - Huawey ha chiuso dunque il 2012 con vendite per oltre 35 miliardi di dollari, superando di poco la concorrente Ericsson: i dati finali dell'azienda svedese dovrebbero essere resi noti entro la fine del mese, ma secondo le previsioni degli analisti la Ericsson ha registrato guadagni inferiori rispetto a quelli di Huawei, seppur non di molto. Un anticipo di questo si era avuto già nel primo semestre del 2012, quando Huawey aveva battuto Ericsson con un distacco di 850 milioni di dollari: il fatturato dell'azienda cinese era stato di 16,1 miliardi dollari, mentre 15,2 il fatturato dell'azienda svedese.

Per quanto concerne le previsioni sui risultati futuri, secondo gli analisti la cinese potrebbe entrare in Borsa. La società fondata da Ren Zhengfei (che possiede l'1,4 per cento delle azioni) è di proprietà degli oltre 60mila dipendenti che possiedono le azioni cinesi della società. A questo punto, se Huawey entrasse in quotazione, la società avrebbe ampi margini per la propria crescita non solo a livello locale, ma sempre di più a livello mondiale.

Huawey nel frattempo sforna prodotti - Al CES di Las Vegas di quest'anno, Huawei ha presentato il suo nuovo smartphone Ascend W1 in esecuzione su piattaforma Windows Phone 8 di Microsoft, continuandoil trend di offrire ai clienti terminali con elevate prestazioni al minimo prezzo. Da oggi, infatti, Ascend W1 è disponibile in Cina, paese d'origine di Huawei, ed è il più economico smartphone WP8 in commercio: il costo è di 1.599 Yuan (circa 260 dollari, circa 200 euro), che è circa 400 Yaun (50 euro) in meno rispetto la versione cinese del Lumia 620 di Nokia (che costa circa 250 euro). 

 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?