Apple vs Samsung: ITC riesamina la sentenza preliminare, Samsung a rischio

 

La US International Trade Commission (ITC) ha deciso di rivedere la sentenza del giudice che potrebbe potenzialmente portare ad un divieto di importazione di alcuni prodotti Samsung Electronics Co

Scritto da Simone Ziggiotto il 26/01/13 | Pubblicata in Produttori | Archivio 2013

 

La US International Trade Commission (ITC) ha deciso di rivedere la sentenza del giudice che potrebbe potenzialmente portare ad un divieto di importazione di alcuni prodotti Samsung Electronics Co. nel mercato USA per violazione di brevetti appartenenti ad Apple Inc.

In una decisione resa nota lo scorso Mercoledì a Washington, l'ITC ha detto di voler rivedere la sentenza preliminare che ha 'condannato' alcuni smartphone e tablet PC di Samsung di violare quattro brevetti appartenenti ad Apple. 

Samsung vs Apple

Nel mese di ottobre, il giudice Thomas Pender ha stabilito che alcuni dispositivi mobili di Samsung violano un brevetto di progettazione e tre brevetti di programmazione legati alle gestures del touchscreen e alcune funzioni della galleria appartenenti all'azienda di Cupertino. Tra i dispositivi incriminati non rientrano lo smartphone Samusng Galaxy S3 e il phablet Galaxy Note 2, attualmente dispositivi top gamma di Samsung.

In caso di approvazione da parte della US International Trade Commission, la questione pregiudiziale potrebbe portare ad un divieto di importazione nel mercato USA dei prodotti dichiarati 'colpevoli' di violare i brevetti di Apple. Il verdetto finale sul caso doveva essere proclamato il prossimo 27 marzo ma, a seguito della decisione di riesaminare la sentenza preliminare, è molto probabile che verrà rinviato a data da destinarsi.

La speranza di Samsung è quella di continuare la sua posizione dominante nel mercato della telefonia mobile, il cui futuro si basa fortemente sulla decisione della ITC. Tuttavia, la società coreana continua a credere che la commissione sentenzierà, in ultima analisi, a suo favore.

Accade anche in Giappone - Il giudice della US International Trade Commission Paul S. Grewal ha negato una richiesta presentata da Samsung con la quale chiedeva alcuni documenti del processo in corso contro Apple da poter fornire come prova in un altro processo che attualmente ha in corso in Giappone. Il giudice Grewal ha però negato la richiesta, per cui Samsung deve trovare nuove prove da poter presentare davanti al giudice giapponese. Il giudice americano ha scelto di negare la richiesta di Samsung in quanto i documenti potrebbero influire troppo sulla decisione del giudice nipponico, il quale potrebbe dare una differente interpretazione del codice legislativo e quindi pronunciarsi con una diversa sentenza. Le due cause, ricordiamo, si basano su presunte violazioni di simili brevetti.

 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?