Intel presenta i nuovi processori Intel Core di 4a Generazione

 

Intel ha presentato la nuova gamma di processori Haswell, con potenza di elaborazione grafica migliorata e che permettono di avere una maggior autonomia con sui dispositivi portatili

Scritto da Maurizio Giaretta il 04/06/13 | Pubblicata in Produttori | Archivio 2013

 

Intel ha presentato la nuova gamma di processori Haswell, con potenza di elaborazione grafica migliorata e che permettono di avere una maggior autonomia con sui dispositivi portatili. Facciamo una panoramica sulle loro caratteristiche.

Il mondo dei personal computer portatili si sta trasformando in direzione del touchscreen, seguendo l'esempio degli smartphones e dei tablet. Ciò significa che le macchine necessitano di un maggior apporto di energia. I processori Ivy Bridge dell'anno scorso avevano apportato un modesto incremento della velocità, tuttavia quest'anno con la gamma Haswell è stato fatto un deciso passo in avanti. Ossigeno puro per i nuovi computer touchscreen.

"C'è stata più innovazione nel settore del personal computing l'anno scorso rispetto agli ultimi 10 anni"

Questa settimana Intel ha lanciato la quarta generazione dei processori Core, basati sulla CPU Haswell. Tutta la gamma è riconoscibile per la presenza del "4" a inizio del codice identificativo (per esempio Intel Core i7-4650U). Oltre alla maggior potenza e all'efficienza energetica migliorata, rendono felici i produttori poichè consentiranno di realizzare macchine più sottili. La speranza è che, con il 50% circa di autonomia in più, riescano a rinvigorire un segmento di mercato che se la deve vedere con quello in forte ascesa dei tablet.

"Pensiamo che il personal computing sia stato ridefinito. E' un bene per Intel e per i suoi partner" ha affermato a Cnet Kirk Skaugen, vice presidente senior e general manager della divisione PC di Intel. "C'è stata più innovazione nel settore del personal computing l'anno scorso rispetto agli ultimi 10 anni". Scopriamo quali sono i punti di forza della nuova famiglia Haswell. "Saranno adottati ad ampio spettro".

L'autonomia fa un notevole passo in avanti: i processori del 2013 consentiranno di essere ben 20 volte più efficienti rispetto ai precedenti Sandy Bridge di terza generazione. Se mettiamo a confronto un processore Intel Core i7-3667U con il nuovo i7-4650U, notiamo che si guadagnano ben tre ore di riproduzione video con una carica. Raddoppia anche il tempo di standby: è possibile lasciare un PC con batteria 50 wattora dormiente per 10 giorni.

Richiedendo un processo meno gravoso di raffreddamento, la CPU consentirà di ottenere computer più sottili rispetto al passato. Per i dispositivi con schermo a 13,3 pollici si arriverà attorno ai 16-18 millimetri, mentre per i computer convertibili (laptop+tablet) si arriverà attorno ai 18-20 millimetri.

Altro passo in avanti è stato fatto in termini di elaborazione grafica. Migliore autonomia non è sinonimo di prestazioni moderate. Proprio per tal motivo la quarta generazione di processori Core sarà ancora più adatta per i videogiochi. Intel introdurrà anche una nuova generazione di schede video integrate, "Iris".

Con un Core i7-4558U sarà possibile giocare a Tomb Raider a 37 fps (punteggio di 4.4) o con BioShock Infinite a 26 fps (punteggio di 3.6) con risoluzione 1366x768 pixel e impostazioni medie. Si potrà addirittura, dal desktop, giocare con Call of Duty Modern Warfare 3 a 60 fps (punteggio 5).

Chiaramente alla struttura di base della scheda madre, gli utenti potranno comunque applicare al loro PC una scheda video dedicata (Nvidia o AMD che sia).

 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?