Norton Report 2013: gli utenti Mobile trascurano la protezione

 

Symantec ha pubblicato i risultati del suo studio Norton Report 2013, che rivela come, anche se è diminuito il numero di adulti online che sono rimasti vittime di crimini informatici, il costo medio per vittima sia aumentato del 50 per cento

Scritto da Simone Ziggiotto il 07/10/13 | Pubblicata in Produttori | Archivio 2013

 

Symantec ha pubblicato i risultati del suo studio Norton Report 2013, che rivela come, anche se è diminuito il numero di adulti online che sono rimasti vittime di crimini informatici, il costo medio per vittima sia aumentato del 50 per cento.

Norton Report 2013

Secondo i risultati del Norton Report, quasi metà degli utenti usa il proprio dispositivo mobile personale sia per lavoro sia nel tempo libero e questo crea per le aziende rischi per la sicurezza, in quanto informazioni importanti salvate nei device possono arrivare nelle mani di pirati informatici con maggiore probabilità.

Il report di Norton mostra anche che il 48 per cento degli utenti di smartphone e tablet non prende nemmeno le precauzioni più basilari (come utilizzare password, installare software di protezione o eseguire il backup dei file) per mantenere al sicuro i propri dati.

Dal report emerge, poi, che, in Italia, il 56 per cento degli adulti hanno avuto esperienza di crimini informatici nella propria vita (61 per cento a livello mondiale). Gli adulti che hanno smarrito o subito un furto del proprio dispositivo mobile sono il 23 per cento in Italia (27 per cento a livello mondiale), mentre gli adulti che usano il proprio dispositivo personale sia per lavorare che per giocare sono il 51 per cento nel nostro paese (49 per cento a livello mondiale). Gli adulti che utilizzano reti Wi-Fi non protette sono il 60 per cento, contro una media del 59 per cento a livello mondiale.

Per quanto concerne gli utenti di social network, in Italia il 45 per cento di essi non eseguono la disconnessione dopo ogni sessione (39 per cento a livello mondiale), mentre il 38 per cento di loro si connettono a persone che non conoscono (31 per cento a livello mondiale).

Infine, Norton ha registrato il numero di vittime negli ultimi 12 mesi: 7 milioni in Italia, contro 378 milioni a livello mondiale.

Lo studio Norton Report si basa sulle esperienze riferite direttamente da oltre 13.000 adulti in 24 paesi. Lo scopo dello studio è comprendere il modo in cui i crimini informatici influiscono sui consumatori e l’impatto dell’adozione e dell’evoluzione delle nuove tecnologie sulla sicurezza delle persone.

 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?