Intel prepara chip Atom Bay Trail a 64 bit per Android

 

Il produttore di chip prevede di lanciare un chip a 64-bit per dispositivi Android nel 2014

Scritto da Simone Ziggiotto il 22/11/13 | Pubblicata in Produttori | Archivio 2013

 

Intel prepara chip Atom Bay Trail a 64 bit per Android

Il produttore di chip prevede di lanciare un chip a 64-bit per dispositivi Android nel 2014. L'annuncio arriva durante una conferenza con gli investitori.

Purtroppo per Apple, il suo chip A7 sta per non essere più l'unico processore a 64 bit sul mercato dei dispositivi mobili, perchè Intel ha un progetto per Android che sarà lanciato il prossimo anno.

Secondo quanto riporta CNET, infatti, Intel sta preparando una piattaforma Atom Bay Trail a 64 bit per dispositivi basati sulla piattaforma Android, secondo Hermann Eul, general manager della divisione Mobile and Communications Group di Intel, intervenendo alla giornata degli investitori della società di Giovedi scorso. "Non solo su Windows con i chip a 64 bit, stiamo considerando anche Android", ha detto Eul. "Stiamo portando i chip a 64 su Windows il prossimo trimestre e, manco a dirlo, faremo questo anche su Android".

Il processore Intel Bay Trail - che attualmente alimenta sempre più tablet, perlopiù dispositivi 2-in-1 di Dell, Hewlett-Packard e Lenovo - oggi è disponibile con architettura a 64 bit, ma con Windows 8.1 in esecuzione in modalità a 32 bit. Tuto questo cambierà il prossimo trimestre, quando i tablet con chip Bay Trail supporteranno Windows 8.1 in modalità full a 64 bit.

Oggi, smartphone e tablet Android montano solo chip a 32 bit.

Apple ha ottenuto diverse critiche positive nel mese di settembre, quando ha presentato il processore A7 a 64 bit, lo stesso chip che oggi troviamo in iPhone 5S, iPad Air e iPad Mini Retina.

I chip a 64-bit consentono al dispositivo di avere più memoria RAM a disposizione, oltre il limite di 4GB dei chip a 32 bit. Ma non è tutto. Una piattaforma a 64 bit è in grado di consentire alle applicazioni che richiedono l'elaborazione di molti dati di gestire i processi in modo più efficiente rispetto ai chip a 32 bit, andando a limitare i problemi durante l'esecuzione dei giochi, per esempio.

Intel non sarà sola, però, a rincorrere Apple nel mercato dei chip a 64 bit. In notizie correlate emerse all'inizio di questo mese , infatti, Samsung lancerà uno smartphone top gamma il prossimo anno con una CPU a 64-bit, probabilmente trattasi del Galaxy S5 o del Galaxy Note 4 (o anche tutti e due).

Nel 2014 arriveranno i tablet con i chip a 64-bit costruiti da Intel.

Intel ha grandi ambizioni nell'ambito Android per il 2014. Il produttore di chip nell'anno appena iniziato ha intenzione di portare sul mercato i suoi primi processori costruiti con architettura a 64-bit, che saranno montati sui tablet di fascia più alta.
 
Mentre rimarrà ancora prevalentemente un fornitore di processori per PC Windows, Intel sa che Android è il suo biglietto da visita per una quota maggiore del mercato mobile. Un modo per lasciare un segno è quello di iniziare a costruire chip a 64-bit, una caratteristica che molti suoi processori supportano già su Windows.
"Stiamo andando a portare i 64-bit su Android", ha affermato Kirk Skaugen, direttore generale del Gruppo PC Client di Intel, intervenendo alla riunione degli investitori del produttore di chip che si è tenuta a novembre dello scorso anno.
 
Non è chiaro quanto presto Intel prevede di annunciare il suo primo chip a 64-bit su Android, ma non ci sarà da attendere molto vista l'agguerrita concorrenza - ricordiamo che il nuovo iPhone 5S di Apple già monta il chip A7 con architettura a 64.bit, mentre Samsung ha già confermato di essere al lavoro per un chip Exynos a 64-bit, e anche Qualcomm ha detto che un processore Snapdragon con supporto a 64-bit sarà sul mercato nel 2014.
 
Un'altra parte del piano è quella di arrivare ad avere Android in esecuzione sui dispositivi mobili che sembrano PC - e presumibilmente computer con grandi schermi: "La strategia è molto semplice: stiamo andando a sostenere ciò che il mercato vuole", ha dichiarato Skaugen a novembre.
 
I più recenti processori di Intel per tablet arriveranno sui tablet Android nel secondo trimestre di quest'anno, come confermato dal CEO Brian Krzanich nel corso del'ultima conference call trimestrale della società con gli analisti.

"La maggior parte delle tavolette Android con Bay Trail si vedranno nel Q2 ... ricordo che abbiamo fatto un cambiamento, il programma originale per Bay Trail era tutto riferito a Windows", è quanto aveva detto Krzanich durante la teleconferenza con gli azionisti fatta alla fine dello scorso anno. A quanto pare, i tempi saranno quindi rispettati.
Dispositivi Android dotati di un processore quad-core Bay Trail erano assenti all'ultimo Consumer Electronics Show di Las Vegas che si è tenuto all'inizio di questo mese. Al CES, al padiglione di Intel, infatti, non c'erano in mostra tablet Android con Bay Trail.
 
Durante l'ultima conference call, Krzanich ha anche parlato dei vantaggi dei suoi chip a 64-bit rispetto alla piattaforma che ad oggi è disponibile su Android, ossia l'architettura a 32-bit. "I produttori di dispositivi che costruiscono con i nostri prodotti oggi possono già iniziare a utilizzare 64 bit. Stiamo lavorando con tutti i sistemi operativi e gli OEM per questo." ha detto il CEO.
 
I vantaggi di un chip Intel a 64-bit, secondo Krzanich, si potranno notare per cose come la visione e l'elaborazione di video, i vari usi che si fanno dei contenuti multimediali e anche per il trasferimento di file. "Tutte cose che le persone facevano prima col PC e che ora stanno cercando di fare sempre di più con tablet e telefoni", spiega.
 
La produzione di chip a 64-bit da parte di Intel è obbligata, soprattutto dopo che Apple ha raccolto favori e critiche positive a settembre dello scorso anno quando ha presentato il processore A7 a 64-bit - quel chip che ora troviamo in iPhone 5SiPad Air e iPad Mini Retina.
 
 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?