Yahoo vuole sfidare Youtube comprando il servizio di video NDN

 

La società con sede a Sunnyvale, California, sta cercando di proporre un servizio di video online in grado di competere con il colosso Yotube

Scritto da Simone Ziggiotto il 01/04/14 | Pubblicata in Produttori | Archivio 2014

 

Yahoo vuole sfidare Youtube comprando il servizio di video NDN

La società con sede a Sunnyvale, California, sta cercando di proporre un servizio di video online in grado di competere con il colosso Yotube.

Cercando di rafforzare la propria posizione nel mercato di video online, Yahoo è in trattative per acquisire il servizio di video streaming News Distribution Network per 300 milioni di dollari, secondo nuovi rapporti pubblicati dal The Wall Street Journal, di cui qualche anticipazione vi abbiamo dato questa mattina.

Il servizio NDN, che è stato fondato nel 2007, potrebbe essere il passo più importante compiuto dalla società da quando Marissa Mayer riveste il ruolo di CEO di Yahoo. L' amministratore delegato ha investito pesantemente sul migliorare e aumentare la quantità di contenuti offerti online, come quando a gennaio al Ces di Las Vegas ha lanciato il magazine online "News Digest", portando nelle in redazione anche Katie Couric, popolare giornalista del network americano CBS.

Yahoo sta inoltre attivamente cercando di prendersi alcuni dei migliori e più seguiti 'contributors' di YouTube, che diventerebbe uno dei suoi principali concorrenti, secondo un rapporto pubblicato la scorsa settimana dal blog Re/code. Questo verrà fatto proponendo ai caricatori di video originali delle condizioni economiche più favorevoli, come maggiori entrate pubblicitarie o tariffe degli annunci garantite.

La società di analisi di mercato eMarketer prevede che nel 2017 la spesa pubblicitaria nei video sarà più che quadruplicata rispetto a tre anni fa, nel 2011, che sarebbe il più alto tasso di crescita in tema di annunci pubblicitari in formato digitale.

Il rapporto del WSJ avverte che le trattative tra Yahoo e News Distribution Network sono ancora agli inizi, e non è detto che si giungerà ad un accordo finale. "Non siamo in trattative per essere acquistati da Yahoo in questo momento" ha detto Krystal Olivieri, portavoce di NDN.

Questo non è il primo tentativo di Yahoo di comprare un servizio già avviato che gestisce video online. E non è il primo tentativo che Yahoo cerca di comprare NDN. Secondo il Journal, Yahoo aveva iniziato i colloqui nel 2012, prima ancora che la Mayer rivestisse il ruolo di amministratore delegato dell'azienda, ma nulla di concreto era stato fatto a seguite dei primi discussioni.

Yahoo, il clone di Youtube atteso questa estate

Yahoo è quasi pronta per il lancio della sua piattaforma video in stile YouTube, che potrebbe arrivare entro l'estate di quest'anno. Il nuovo portale di video cercherà di attirare nuovi contributori di video così come quelli già fedeli a Youtube proponendo commissioni più elevate per loro dalla pubblicità visualizzata nei video.

Citando persone informate dei piani di Yahoo, il rapporto di Ad Age dice che la società è in trattative con diversi produttori di video per riuscire a lanciare il servizio video questa estate. Yahoo darà la possibilità ai contributori di avere un loro canale dove ospitare i video, un pannello di controllo riservato dove poter gestire tutti i video e molto altro.
Sotto il controllo dell'Ad Marissa Mayer, Yahoo sta puntando sui video come un modo per rilanciare il marchio. Tuttavia, la popolarità di YouTube - 6 miliardi di ore di video sono guardate ogni mese - non renderà vita facile a Yahoo. Il successo potrebbe arrivare però dallo svantaggio più assoluto di YouTube: la sua tirchieria sulla condivisione degli introiti pubblicitari con i creatori dei video.
 
Youtube ha il monopolio dei video condivisibili online, e quindi Google è libera di decidere la percentuale di soldi da dare ai contributori di video in base alle impressioni pubblicitarie generate dai loro video. le cose potrebbero però cambiare presto, visto che la concorrenza di Yahoo è prossima al debutto. Mentre i più popolari YouTubers possono sfruttare la loro base di fan per stringere partnership con marchi importanti, le entrate monetarie che in realtà generano i creatori 'minori' di YouTube sono molto basse. E' su questi ultimi che Yahoo punta mlolto.
 
Una portavoce di Yahoo ha detto che la società non commenta voci o speculazioni, quindi non sappiamo se la previsione del debutto entro l'estate della nuova piattaforma di video di Yahoo è vera. Non ci rimane che attendere.
 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?