ITU: 3 miliardi di utenti connessi entro il 2014

 

Entro la fine del 2014 ci saranno nel mondo quasi 3 miliardi di utenti Internet, mentre il numero di abbonamenti alla banda larga mobile raggiungerà quota 2,3 miliardi, secondo l'International Telecommunication Union (ITU)

Scritto da Simone Ziggiotto il 07/05/14 | Pubblicata in Produttori | Archivio 2014

 

ITU: 3 miliardi di utenti connessi entro il 2014

Entro la fine del 2014 ci saranno nel mondo quasi 3 miliardi di utenti Internet, mentre il numero di abbonamenti alla banda larga mobile raggiungerà quota 2,3 miliardi, secondo l'International Telecommunication Union (ITU).

Due terzi dei 3 miliardi di utenti Internet previsti entro la fine dell'anno si conteranno nei Paesi in via di Sviluppo, mentre il crescente numero di abbonamenti per la banda larga mobile conferma il fatto che l'informazione che passa attraverso la tecnologia continua ad essere uno dei principali motori della crescita economica di oggi.

Stando alle stime diffuse dall'International Telecommunication Union (ITU) - l'agenzia dell'ONU che si occupa di tecnologie dell'informazione - la telefonia mobile 'ruberà' clienti della telefonia fissa, la quale arriverà entro il 2014 a contare 100 milioni di utenti in meno rispetto al 2009.

La telefonia mobile, al contrario, si prevede che raggiungerà quota 7 miliardi di sottoscrizioni entro la fine del 2014, di cui 3,6 miliardi si conteranno solo nella zone dell'Asia-Pacifico.

In crescita c'è anche la banda larga che continua a predominare in particolare in Europa e America (ma presto nei Paesi in via di sviluppo si prevede il boom).

Secondo gli analisti, le compagnie telefoniche si troveranno a fare i conti con cambiamenti importanti, e dovranno ampliare le proprie offerte e vedersela con una concorrenza sempre più agguerrita - l'esempio più concreto è il progetto Internet.org di Mark Zuckerberg, co-fondatore di Facebook, con il quale mira a fornire Internet ai 5 miliardi di persone nel mondo che non ne hanno accesso. Altro esempio è il progetto Loon di Google, con il quale il big della ricerca sul web vuole fornire Internet nelle zone dove ancora non c'è tramite palloni aerostatici, senza dimenticare la recente acquisizione di Titan, società sviluppatrice di droni volanti il cui compito sarà quello di portare l'accesso ad Internet nei luoghi dove non si dispone di una connessione a banda larga, con velocità fino a 1 gigabit al secondo, equivalente quindi alle velocità di fibra ottica.

 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?