Computer: 4,7 su 10 PC in Italia usano software senza licenza

 

Il numero di PC in Italia con installati software senza licenza nel 2013 è del 47%, un calo di due punti percentuali rispetto al 2010

Scritto da Simone Ziggiotto il 24/06/14 | Pubblicata in Produttori | Archivio 2014

 

Computer: 4,7 su 10 PC in Italia usano software senza licenza

Il numero di PC in Italia con installati software senza licenza nel 2013 è del 47%, un calo di due punti percentuali rispetto al 2010.

Gli utenti di computer dichiarano che il principale motivo per non utilizzare un software senza licenza e' il rischio di minacce alla sicurezza che possono incorrere in caso di malware. Ma sappiamo che dalle parole ai fatti di acqua sotto ai ponti ne passa molta, ed ecco che risulta che il 47 per cento del software installato sui pc in Italia nel 2013 non aveva una licenza originale.

Questi e altri risultati sono stati pubblicati oggi nello studio globale “BSA Global Software Survey” dove si rileva inoltre la necessità di una gestione delle pratiche software efficaci, soprattutto in contesti aziendali. Lo studio è condotto ogni due anni da BSA e da IDC, che quest'anno hanno intervistato i PC user di 34 mercati, tra cui quasi 22.000 utenti totali tra consumer e business e più di 2.000 responsabili IT.

I responsabili It di tutto il mondo si dicono preoccupati dei danni che puo' provocare l'utilizzo di un software senza licenza, ma solo la meta' di essi e' convinta che la propria azienda abbia regolare licenza per i software che utilizza.

In tutto il mondo, il tasso di software per pc installati senza licenza e' aumentato dal 42 per cento rilevato nel 2011 al 43 per cento dello scorso anno. La causa principale sono le economie emergenti, dove l'uso di software senza licenza e' piu' diffuso.

Di seguito alcuni risultati del sondaggio:

- Il numero di PC in Italia con installati software senza licenza nel 2013 è del 47%, un calo di due punti percentuali rispetto al 2010. Il valore commerciale dei software privi di licenza è pari a euro 1,3 milioni.

- In tutto il mondo, la ragione principale per cui gli utenti dicono di non usare software senza licenza è di evitare minacce alla sicurezza per colpa di malware. I principali rischi percepiti dagli utenti legati all’utilizzo di un software senza licenza sono associati agli accessi non autorizzati da parte degli hacker per il 64% degli intervistati mentre per il 59% il rischio più grande è legato alla perdita dei propri dati.

- I responsabili IT di tutto il mondo si dicono preoccupati dei danni che può provocare l’utilizzo di un software senza licenza ma solo la metà di essi è convinta che la propria azienda abbia regolare licenza per i software che utilizza. 

- L’area dove si registra un maggior numero complessivo d’installazioni di software senza licenza nel 2013 è l’Asia – Pacifico con il 62%. Questo dato registra un incremento del 2% rispetto al 2011. Il valore commerciale delle installazioni di software senza licenza ha raggiunto quindi i 15 miliardi di Euro.

- In Europa occidentale, il tasso è sceso di tre punti fino a raggiungere il 29% nel 2013, con un valore commerciale di euro 9 miliardi.

- Nell'Unione Europea, il tasso è sceso di due punti al 31% nel 2013, con un valore commerciale di 10 miliardi di Euro.

- Il valore commerciale delle installazioni di software per PC senza licenza nel 2013 è pari a 46 miliardi di Euro a livello globale.

 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?