Xiaomi nel primo semestre 2014 ha venduto piu' telefoni rispetto a tutto il 2013

 

Xiaomi continua a crescere

Scritto da Simone Ziggiotto il 03/07/14 | Pubblicata in Produttori | Archivio 2014

 

Xiaomi nel primo semestre 2014 ha venduto piu' telefoni rispetto a tutto il 2013

Xiaomi continua a crescere. La società cinese che ha aperto la strada al modello di vendite 'flash' nel suo paese natale lo scorso anno ha annunciato oggi che è riuscita a spedire 26.110.000 smartphone nei primi sei mesi del 2014.

Questo è un numero in aumento del 271 per cento rispetto al primo semestre dello scorso anno. Significa anche che Xiaomi ha venduto più telefoni finora quest'anno di quanto abbia fatto in tutto l'arco del 2013.

Lo scorso anno, l'azienda ha venduto 18,7 milioni di unità, che era a sua volta un dato più alto di quello del 2012, quando Xiaomi aveva venduto 7.190.000 dispositivi.

I ricavi nei primi sei mesi di quest'anno, da gennaio a giugno 2014, sono stati pari a CNY 33 miliardi (circa 5,3 miliardi di dollari al cambio attuale). Si tratta di un aumento del 149 per cento rispetto al primo semestre del 2013. Anche le entrate per i primi sei mesi del 2014 hanno superato i guadagni totali della società del 2013.

Con tali risultati (e, in particolare, tale crescita) per solo il primo semestre, l'ambizioso obiettivo auto-impostosi di Xiaomi di vendere 60 milioni di unità entro la fine dell'anno sembra facilmente raggiungibile.

Secondo un'analisi effettuata in Cina, il nuovo modello di smartphone Xiaomi MI-2 sta vendendo quasi come il Galaxy Note 2 e sta per diventare lo smartphone più popolare del paese. E' la prima volta che uno smartphone cinese raggiunge questo traguardo.

Inoltre, in tutto il mondo, i modelli Xiaomi MI-3 e Redmi sono stati classificati nella top 10 dei migliori smartphone venduti da una società nel mese di febbraio, secondo una società di ricerche di mercato.

Xiaomi batte Apple in Cina, diventa Terzo produttore nel paese

 
Xiaomi, produttore di smartphone cinese, comanda una quota di mercato più grande di quella di Apple in Cina. Pronto il piano di espansione in nuovi mercati entro fine anno.
Xiaomi è uno dei produttori che stanno emergendo ad un ritmo molto elevato, soprattutto nel suo paese di origine, la Cina, grazie al rilascio costante di telefoni di qualità a prezzi stracciati. Sembra che la strategia di Xiaomi ha dato i suoi frutti, perchè il produttore di smartphone cinese ora comanda una quota di mercato più grande di quella di Apple nel paese.
 
Xiaomi non sta di certo prendendo le quote di mercato del gigante tecnologico di Cupertino in Cina, perchè ad essere penalizzati sono altri produttori minori. Xiaomi, in ogni caso, ora possiede oltre l'11 per cento della quota di mercato totale, mentre Apple rappresenta il 10 per cento di tutti gli smartphone venduti in Cina.
Il recente successo di Xiaomi rende di fatto il produttore il terzo costruttore di telefoni cellulari nella regione, mettendo solo Samsung e Lenovo davanti, con una quota di mercato del 18 per cento e del 12 per cento, rispettivamente.
 
Lo slancio che Xiaomi si è costruita per se stessa in un tale breve lasso di tempo è impressionante. E la società ha grandi progetti per il prossimo futuro, visto che ha annunciato i suoi piani per entrare in dieci nuovi mercati entro la fine di quest'anno. Xiaomi inizierà a vendere i suoi prodotti nei grandi mercati in via di sviluppo come India, Brasile, Russia e Messico. Il resto della lista dei paesi include anche Malesia, Filippine, Indonesia, Thailandia, Vietnam e Turchia.
Se la società riuscirà a continuare a fornire gli stessi telefoni Android con specifiche di alto livello ad un prezzo basso rispetto la media della categoria, allora dovrebbe godere di un futuro ancora più prospero.
 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?