OnePlus One: il nostro unboxing, primo avvio e prime impressioni

 

Finalmente mettiamo le mani sul nuovo OnePlus One, oggi iniziamo i test di questo prodotto che ha suscitato un grandissimo interesse per il suo straordinario rapporto tra qualità e prezzo

Scritto da Pietro Oliveri il 20/07/14 | Pubblicata in Produttori | Archivio 2014

 

OnePlus One: il nostro unboxing, primo avvio e prime impressioni

Finalmente mettiamo le mani sul nuovo OnePlus One, oggi iniziamo i test di questo prodotto che ha suscitato un grandissimo interesse per il suo straordinario rapporto tra qualità e prezzo.

Prima di iniziare facciamo una piccola premessa, la versione in nostro possesso non è stata acquistata tramite invito ma proviene dallo Store online Grossoshop che ha a listino con disponibilità immediata sia la versione da 16 GB sia quella da 64 GB in entrambi i casi nella colorazione Bianca.

Il prodotto che vi arriverà a casa è di provenienza Cinese ma Software ed Hardware non differiscono rispetto alla versione “Standard”.

Confezione di vendita:

Se pensate di spendere circa 300 euro e vedervi recapitare a casa una triste confezione realizzata con materiali scadenti allora vi sbagliate, questo OnePlus One vi arriverà in due eleganti pacchetti realizzati con un cartone quasi morbido al tatto.

La confezione più piccola contiene il caricatore da muro con uscita da 2Ah mentre nella seconda confezione troviamo il nostro Smartphone, cavo USB Micro di tipo piatto, spilla per aprire il vano Sim e manuali guida.

Nella parte anteriore troviamo l’ampio display da 5,5 pollici realizzato con tecnologia LED IPS, la risoluzione è Full HD 1920 x 1080 pixel (401 ppi) mentre il vetro che protegge il tutto è un Gorilla Glass di terza generazione.

Le prime impressioni sul display sono positive, i colori sono forti ma al tempo stesso naturali e la luminosità sembra essere degna delle premesse.

Sempre la parte anteriore comprende la fotocamera frontale da 5 megapixel capace di registrare video in Full HD 1080p, sensore di luminosità e prossimità, capsula altoparlante, LED di notifica e tre tasti Touch inseriti al di fuori del display.

Interessante la possibilità di scegliere se utilizzare i tasti esterni al display o far apparire i tasti a schermo in stile Nexus.

Sul retro del dispositivo troviamo un microfono e la fotocamera che adotta un sensore da 13 megapixel con doppio LED Flash, l’obiettivo è realizzato da Sony ed è in grado di registrare video in 4K Ultra HD.

Nella parte inferiore troviamo il microfono principale, due speaker stereo ed una porta Micro USB per la ricarica e la sincronizzazione del prodotto.

Sopra troviamo il Jack da 3,5 millimetri per il collegamento delle fonti audio ed un terzo microfono.

Il lato sinistro comprende il vano per la Sim ed il bilanciere per la regolazione del volume.

Dall’altra parte troviamo invece il solo tasto di accensione e spegnimento.

OnePlus One adotta il sistema operativo CyanogenMod 11S basato su Android 4.4.2 Kit Kat, l’interfaccia è praticamente quella di Android Stock.

Durante la prima accensione abbiamo subito ricevuto una notifica di aggiornamento.

OnePlus One è spinto da un processore Qualcomm Snapdragon 801 Quad Core da 2,5 Ghz, 3 GB di memoria RAM, GPU Adreno 330 ed è provvisto di connettività 4G LTE fino a 150 megabyte per secondo in Download e 50 megabyte per secondo in Upload.

La batteria integrata e non removibile è da 3100 mAh.

Potete acquistare il prodotto al seguente indirizzo al prezzo di circa 290 euro per la versione da 16 GB Bianca e circa 350 euro per la versione da 32 GB Bianca oppure Nera, i prezzi non sono comprensivi delle spese di spedizione.

Importante notare che non ci saranno costi di dogana da aggiungere.

Il ritardo di OnePlus

One Plus One sta tardando ad arrivare sul mercato e secondo le ultime indiscrezioni il problema non riguarda la catena di montaggio come si pensava inizialmente bensì il lato software che sarebbe afflitto da alcuni bug.
Secondo quanto affermato dai colleghi di PhoneArena i dispositivi già in commercio riceveranno un update via OTA (Over The Air) non appena il firmware sarà pronto mentre chi ha acquistato il prodotto tramite invito ed ancora non lo ha tra le mani dovrà attendere qualche giorno in più dato che l’azienda ha deciso di fornire i prossimi telefoni con il software già aggiornato.
Il team ha fatto sapere che il software in questione è già in fase di certificazione quindi l’attesa non dovrebbe essere più lunga di qualche giorno, noi personalmente apprezziamo la mossa e soprattutto la sincerità.
Vi ricordiamo che One Plus One è un prodotto Top di gamma che l’azienda ha deciso di lanciare al prezzo di un dispositivo di fascia media, la caratteristica principale è quella di adottare il sistema operativo CyanogenMod leggermente modificato dal produttore con una nuova lockscreen e qualche altra impostazione.
Per il momento non ci sono altre informazioni riguardanti la questione, in caso di aggiornamenti vi terremo come sempre tempestivamente al corrente.

Vi lasciamo ora al nostro unboxing e primo avvio, buona visione!

OnePlus One: il nostro unboxing, primo avvio e prime impressioni


 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?