CNR: Nuova tecnologia Laser per fibre ottiche di nuova generazione

 

Un team di ricercatori del CNR annuncia di aver sperimentato una nuova generazione di fibra ottica, in grado di incrementare notevolmente la capacità di trasporto dei dati, grazie alla capacità di modulare e controllare il fascio luminoso

Scritto da Redazione il 30/07/14 | Pubblicata in Produttori | Archivio 2014

 

CNR: Nuova tecnologia Laser per fibre ottiche di nuova generazione

Un team di ricercatori del CNR annuncia di aver sperimentato una nuova generazione di fibra ottica, in grado di incrementare notevolmente la capacità di trasporto dei dati, grazie alla capacità di modulare e controllare il fascio luminoso.

Il principio della nuova fibra si basa su un concetto noto come localizzazione di Anderson, un effetto studiato in passato analizzando il comportamento del laser nella nebbia, uno studio importante vista l'evoluzione dei sistemi di guida automatica e di rilevazione sfruttati dalle auto.

Quando un raggio laser penetra nella nebbia, si verificano delle anomalie sulla diffusione delle onde che vengono intrappolate e localizzate in un'area ben delimitata, creando una sorta di impulso concentrato estremamente luminoso.

Partendo da questo fenomeno naturale, i ricercatori hanno creato una sorta di fibra ottica canalizzata, capace di concentrare il segnale luminoso della fibra ottica in un percorso ben definito, aumentandone la densità e quindi la potenza.

Punto nevralgico del nuovo sistema, la possibilità di concentrare e controllare il fascio luminoso grazie ad un modulatore di luce spaziale, potendo cosi guidarlo in maniera ordinata.

Per semplificare il concetto, immaginate di poter sdoppiare decine di volte ogni singolo filo che compone la fibra ottica, potendo spedire e ricevere in contemporanea diversi fasci luminosi separati e ben definiti.

Il laser concentrato avrà sviluppi ben oltre la fibra ottica: sarà possibile sfruttarne la densità per la chirurgia laser, potendo contare su un laser capace di tagliare e coagulare allo stesso tempo, aumentando precisione e potenza del raggio laser.

Anche le telecomunicazioni cosi come le tecnologie fotoniche, potranno ottenere dei benefici da questo nuovo laser concentrato, sperando che le ricerche non vengano indirizzate in campo militare.

La notizia è stata pubblicata sulla prestigiosa rivista Nature Communications.
 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?