Schermi OLED flessibili, nuovo metodo di produzione promette schermi meno costosi

 

Un nuovo metodo di produzione di schermi OLED flessibili promette display di questo tipo meno costosi

Scritto da Simone Ziggiotto il 15/08/14 | Pubblicata in Produttori | Archivio 2014

 

Schermi OLED flessibili, nuovo metodo di produzione promette schermi meno costosi

Un nuovo metodo di produzione di schermi OLED flessibili promette display di questo tipo meno costosi.

Una startup chiamata Kateeva promette di rendere la produzione di massa degli schermi OLED flessibili in maniera più economica e più semplice già a partire dal prossimo anno. L'azienda ha messo a punto un processo intelligente per applicare il rivestimento protettivo sui display OLED, garantendo tempi e costi di produzione decisamente contenuto rispetto allo standard produttivo attuale.

Uno dei principali problemi di produzione de i display flessibili è dato dalla loro grossa sofferenza contro umidità e ossigeno. Basta un pizzico di entrambi gli elementi per porre fine alla vita di un display OLED, per cui il processo di sigillatura del display non risulta solo è difficile, ma anche piuttosto costoso.

Per la produzioni di display OLED flessibili, Kateeva ritiene che il suo metodo potrebbe integrarsi nelle linee di produzione dei produttori interessati senza grossi problemi. Il metodo prevede la 'stampa' di uno strato protettivo sopra i display OLED flessibili ad un costo dimezzato rispetto al normale. Almeno questo è ciò che l'azienda promette.

Rendere poi il display sensibile al tocco è tutta un'altra storia. La tradizionale applicazione di elettrodi trasparenti ITO (ossido di indio e stagno) non è una buona soluzione per i display pieghevoli. In soccorso arriva per questo un'altra startup chiamata Canatu, che utilizza dei nanotubi di carbonio a favore degli elettrodi ITO. I nanotubi di carbonio sono più conduttivi e permetterebbo al display flessibile di avere una vita più lunga.

Samsung, invece, per sviluppare i suoi display flessibili (il primo in commercio dovremmo vederlo nel Galaxy Note Edge) utilizza la tecnologia OLED flessibile Youm, che potete vedere nel player qui sotto.

La tecnologia Oled

OLED, acronimo di Organic Light Emitting Diode, è una tecnologia particolare che consente di realizzare display in grado di emettere luce direttamente, senza la necessità di componenti aggiuntivi o fonti di luce esterna. Uno dei principali vantaggi di utilizzo consiste nel minor consumo energetico oltre che il vantaggio di poter lavorare in spazi più ridotti.

 

Video dimostrazione tecnologia OLED flessibile Youm


 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?