Paypal inizia ad accettare pagamenti con bitcoin

 

Alcuni commercianti che utilizzano PayPal potranno iniziare ad accettare bitcoin, grazie ad una partnership tra l'azienda di pagamenti on-line e alcuni gateway di pagamento che gestiscono la moneta virtuale

Scritto da Simone Ziggiotto il 24/09/14 | Pubblicata in Produttori | Archivio 2014

 

Paypal inizia ad accettare pagamenti con bitcoin

Alcuni commercianti che utilizzano PayPal potranno iniziare ad accettare bitcoin, grazie ad una partnership tra l'azienda di pagamenti on-line e alcuni gateway di pagamento che gestiscono la moneta virtuale.

PayPal ha annunciato le partnership Martedì, sottolineando però l'approccio misurato per l'adozione di Bitcoin, una valuta digitale che è cresciuta in popolarità nel corso degli ultimi anni.

Grazie alla collaborazione con i gateway di pagamento BitPay, Coinbase e GoCoin, PayPal non dovrà assumere il rischio di elaborazione dei pagamenti. L'azienda ha anche deciso di limitare l'uso di Bitcoin ai soli acquisti di beni digitali.

"PayPal ha sempre abbracciato l'innovazione, ma sempre in modo tale da rendere i pagamenti più sicuri e affidabili per i nostri clienti. Il nostro approccio verso Bitcoin non è diverso," Scott Ellison, direttore senior della strategia aziendale di Paypal, ha scritto in un post sul blog. "Ecco perché stiamo procedendo gradualmente, sostenendo Bitcoin in qualche modo oggi e tenendolo a bada fino a vedere come si sviluppano le cose."

PayPal ha annunciato il mese scorso che le aziende che lavorano con l'azienda sussidiaria Braintree saranno anche in grado di accettare Bitcoin come moneta per i pagamenti attraverso un accordo con Coinbase.

Mentre i clienti possono utilizzare bitcoin come altre valute, questa moneta virtuale non è soggetta alle stesse spese di transazione o regolamenti bancari. Dal momento che il panorama normativo intorno bitcoin è ancora in via di sviluppo, i più grandi rivenditori online sono stati meno inclini ad adottarlo. Qualcosa inizia però a muoversi in questo senso, ad iniziare da Overstock.com, che ha iniziato ad accettare Bitcoin nel mese di gennaio. Il sito ha detto che si aspetta di generare transizioni per un valore di 1 milione di dollari al mese dalle vendite pagate con bitcoin entro la fine di quest'anno.

Per chi non conosce Bitcoin, si trattatra di una moneta virtuale che, attraverso meccanismi appositi, consente agli utenti di conservare il proprio denaro virtuale e di scambiarlo. A differenza della maggior parte delle valute tradizionali, Bitcoin non fa uso di un ente centrale: viene utilizzato un database distribuito tra i nodi della rete che tengono traccia delle transazioni, e viene sfruttata la crittografia per gestire gli aspetti funzionali come la generazione di nuova moneta e l'attribuzione di proprietà dei bitcoin.

Il controvalore totale dell'economia Bitcoin, calcolato a dicembre 2012 era di circa 140 milioni di dollari statunitensi, in aprile 2013 1,4 miliardi di dollari statunitensi, mentre nel novembre 2013, con un cambio 1 bitcoin = 540 USD, il controvalore è salito ancora a più di 6 miliardi di dollari statunitensi.

Paypal potrebbe presto accettare pagamenti Bitcoin

PayPal presto potrebbe consentire di effettuare pagamenti anche con il credito Bitcoin.

PayPal, una società di proprietà di eBay da quando è stata rilevata nel 2002 per un miliardo e mezzo di dollari, gestisce oggi circa 300milioni di conti in tutto il mondo, e avrebbe annunciato che sta prendendo in considerazione l'idea di iniziare ad accettare Bitcoin, la moneta virtuale basata sul principio del P2P.
 
A rivelare l'intenzione di PayPal di aprire le porte a Bitcoin, stando a quanto riportato oggi sul The Wall Street Journal, è stato John Donahoe, l'amministratore delegato di eBay Inc, nel corso dell'ultima riunione con gli azionisti. "Pensiamo che Bitcoin giocherà un ruolo molto importante in futuro", ha detto, aggiungendo che non è sicuro esattamente di come giocherà il suo ruolo BitCoin, ma Paypal non sembra voler essere impreparata. L'integrazione di Bitcoin con Paypal "è qualcosa che stiamo considerando", ha detto anche Donahoe.
 
David Marcus, presidente della divisione PayPal, ha aggiunto che "è sicuramente sul nostro schermo radar... pensiamo che sarà una tendenza importante [Bitcoin]".
Per chi non conoscesse Bitcoin, si trattatra di una moneta virtuale che, attraverso meccanismi appositi, consente agli utenti di conservare il proprio denaro virtuale e di scambiarlo. 

A differenza della maggior parte delle valute tradizionali, Bitcoin non fa uso di un ente centrale: viene utilizzato un database distribuito tra i nodi della rete che tengono traccia delle transazioni, e viene sfruttata la crittografia per gestire gli aspetti funzionali come la generazione di nuova moneta e l'attribuzione di proprietà dei bitcoin.
Il controvalore totale dell'economia Bitcoin, calcolato a dicembre 2012 era di circa 140 milioni di dollari statunitensi, in aprile 2013 1,4 miliardi di dollari statunitensi, nel novembre 2013, con un cambio 1 bitcoin = 540 USD, il controvalore sale ancora a più di 6 miliardi di dollari statunitensi.
 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?