Xiaomi il terzo venditore al mondo dietro a Samsung e Apple

 

Grazie soprattutto ai mercati emergenti, è cresciuto del 25 per cento su base annua il numero di spedizioni a livello mondiale di smartphone nel terzo trimestre 2014, secondo IDC

Scritto da Simone Ziggiotto il 30/10/14 | Pubblicata in Produttori | Archivio 2014

 

Xiaomi il terzo venditore al mondo dietro a Samsung e Apple

Grazie soprattutto ai mercati emergenti, è cresciuto del 25 per cento su base annua il numero di spedizioni a livello mondiale di smartphone nel terzo trimestre 2014, secondo IDC.

Le voci secondo cui la domanda globale di smartphone è in declino sono state decisamente esagerate, secondo il ricercatore di mercato IDC, che ha riferito Mercoledì che le spedizioni globali di smartphone hanno superato la quota di 300 milioni di unità nel terzo trimestre del 2014.

Con i mercati emergenti che hanno guidato le spedizioni di telefoni nel trimestre appena concluso, 327,6 milioni di unità nel corso del terzo trimestre 2014 sono state spedite, un aumento del 25,2 per cento rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente e un aumento dell'8,7 per cento rispetto al secondo trimestre di quest'anno, IDC ha riferito. Questi risultati sono simili a quelli riportati da Strategy Analystics, secondo cui il mercato è cresciuto del 27 per cento ad un record di 320 milioni di unità vendute nel corso del trimestre.

"Nonostante le voci di un mercato in rallentamento, le spedizioni di smartphone continuano a vedere volumi da record," Ryan Reith, direttore del programma Worldwide Quarterly Mobile Phone Tracker di IDC, ha detto in una dichiarazione. "Abbiamo finalmente raggiunto un punto in cui i mercati più sviluppati stanno vivendo una crescita ad una cifra, mentre i mercati emergenti sono ancora in crescita a oltre il 30% nell'insieme. In questi mercati, i prezzi bassi degli smartphone stanno rendendo possibile la crescita di un settore in un momento in cui ci aspettavamo il dominio dei feature phone."

Xiaomi


Samsung terrà pure il suo titolo come il re delle vendite di smartphone, ma è stato l'unico produttore tra i primi cinque a registrare un calo del volume su base annua, principalmente a causa di un aumento della concorrenza e la flessione della domanda per i dispositivi di fascia alta. Nel frattempo, mentre iPhone 6 e iPhone 6 Plus sono i nuovi arrivati in casa Apple, registrando 10 milioni di unità vendute durante il primo weekend di debutto, i più anziani modelli iPhone 5S e iPhone 5C rappresentano la maggior parte delle spedizioni della società nel trimestre di riferimento.

Mentre Samsung e Apple hanno continuato a dominare il mercato, IDC ha detto che il volume record di smartphone è stato guidato da tre fornitori principalmente: Xiaomi, Lenovo e LG Electronics. Xiaomi sta andando alla grande in Cina e nei mercati adiacenti, mentre Lenovo e LG stanno andando forte sul mercato degli smartphone low-cost.

Xiaomi assume Jai Mani, altro ex dirigente di Google

Dopo aver lavorato per Google, Jai Mani entra a far parte della famiglia di dirigenti di Xiaomi, il produttore di hardware cinese pronto per l'espansione internazionale, partendo dall'India. Jai Mani guiderà il team di prodotti di Xiaomi in India.

Il produttore di hardware cinese Xiaomi ha aggiunto un altro ex dirigente di Google alla sua squadra: Jai Mani. Mani era un membro del team di strategia e analisi per Google Play durante i suoi giorni di lavoro dal gigante della ricerca Google. Jai Mani guiderà il team di prodotti di Xiaomi in India. Secondo Hugo Barra, che ha lavorato con il signor Mani in Google, Mani aiuterà l'azienda per la rapida espansione della base di utenti di Xiaomi nel paese e il team di progettazione della società di Pechino. Xiaomi, inoltre, presto istituirà un team di ingegneri in India.
 
L'ultima assunzione di Xiaomi è ancora un'altra indicazione che la società è seriamente intenzionata ad espandersi a livello internazionale.
Nel frattempo, la società si sta preparando per mettere a disposizione in vendita 100.000 unità di telefoni Xiaomi, tra Redmi 1S e Mi3, in tempo per il Diwali, un periodo di festività in India in cui solitamente incrementano le vendite di prodotti di elettronica.

Xiaomi sarebbe al lavoro su un tablet da 9.2 pollici

Xiaomi è al alvoro su un nuovo tablet da 9.2 pollici per la fascia bassa del mercato, secondo un benchmark trapelato.
Ora che è diventato il produttore di smartphone n.3 del mondo, Xiaomi potrebbe essere in cerca di espandere la sua gamma tablet, che fino ad ora include solo il MiPad da 7.9 pollici.
 
Il prossimo tablet della società cinese potrebbe essere di fascia economica, secondo quanto rivelato da un nuovo benchmark, che anticipa le specifiche di un dispositivo ancora inedito di Xiaomi e dotato di un display da 9.2 pollici. Il nuovo tablet avrà un pannello a bassa risoluzione, con una risoluzione HD di 1,280x720 pixel. Questo non è standard usato nei tablet Android, che di solito offrono la risoluzione di 1280x800 pixel.
 
Ad alimentare il nuovo tablet ci penserebbe il chip Qualcomm Snapdragon 410 con CPU quad-core a 64 bit da 1,2 GHz, con GPU Adreno 306 1 GB di RAM. Lo spazio di archiviazione interna è di 8GB, di cui circa 5.8GB sarà accessibile all'utente.
 

 
Il benchmark stranamente non dispone di alcuna informazione circa le fotocamere di questo dispositivo, ma dice che è presente uno slot per schede SIM, il che significa che laconnettività dati mobile è integrata. Il tablet supporta anche Bluetooth, GPS e Wi-Fi.
 
Per quanto concerne il sistema operativo dovrebbe esserci Android 4.4.4 KitKat, con interfaccia utente personalizzata da Xiaomi via MIUI 6.
Se questo è un vero e proprio prodotto che è attualmente in fase di sviluppo da Xiaomi sicuramente ne sapremo di più su di esso con le prossime indiscrezioni.
 
Xiaomi, in arrivo un Tablet 9 pollici Low Cost con modulo 3G
 
Xiaomi sta lavorando ad un nuovo Tablet Low Cost che adotterebbe un’Hardware meno potente rispetto allo Xiaomi Mi Pad ma altrettanto interessante, analizziamo insieme la scheda tecnica.
 
Le informazioni in questione derivano direttamente dal noto Benchmark GFX, si tratta di un’applicazione che archivia i dati del prodotto su cui è eseguita e testa la potenza dei componenti dando alla fine un risultato numerico.

 

 
 
La scheda tecnica di questo nuovo Tablet vede un display da 9,2 pollici con risoluzione HD 1280 x 720 pixel capace di riconoscere fino a cinque dita in contemporanea, processore Qualcomm Snapdragon 410 Quad Core da 1,2 Ghz basato su architettura a 64 Bit, 1 GB di memoria RAMGPU Adreno 306 ed Android 4.4.4 Kit Kat che ovviamente verrà personalizzato con la MIUI 6 di cui vi abbiamo mostrato le principali funzioni in questo articolo.

A dedurre dalla memoria dichiarata nel test (5,8 GB) possiamo ipotizzare che l’archiviazione interna sarà di 8 GB senza ombra di dubbio con espansione di memoria tramite schede Micro SD, molto interessante anche la presenza del modulo Sim che permetterà di navigare anche in assenza di una rete Wi-Fi.
 
Insomma Xiaomi vuole lanciare sul mercato un prodotto accessibile a tutti ma al tempo stesso interessante dato che comunque i componenti utilizzati sono realizzati da produttori molto blasonati.
Non ci resta che attendere nuove conferme o smentite, noi come sempre vi terremo tempestivamente al corrente.
 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?