Google Now batte Siri e Cortana: il test

 

L'ultimo studio rivela che Cortana di Microsoft è l'assistente personale perggiore, mentre Google Now è il migliore (non troppo)

Scritto da Simone Ziggiotto il 03/11/14 | Pubblicata in Produttori | Archivio 2014

 

Google Now batte Siri e Cortana: il test

L'ultimo studio rivela che Cortana di Microsoft è l'assistente personale perggiore, mentre Google Now è il migliore (non troppo). Nel mezzo ci sta Siri di Apple.

Ora che tutte e tre le principali piattaforme mobili hanno i propri assistenti personali virtuali, è logico chiedersi quanto bene ciascuno di essi esegue dei compiti. L'ultimo studio al riguardo rivela che Cortana di Microsoft è l'assistente perggiore che si può avere, mentre Google Now è il migliore. Nel mezzo ci sta Siri di Apple. 

Questo particolare test è stato fatto appositamente per spingere gli assistenti al limite delle loro capacità. A Google Now, Siri, e Cortana sono state chieste tutte cose difficili, attraverso un generatore casuale di domande creato da due sviluppatori.

I risultati si possono vedere nell'immagine qui sotto: Google Now è l'assistente che se la è cavata al meglio, anche se solo riuscendo a rispondere ad un terzo delle questioni che ha ricevuto (33%). Siri è stato in grado di rispondere a un poco più di un quarto delle domande poste (25.8%), mentre Cortana in questo particolare test ha dimostrato di capire ben poche cose, appena l'11,7% delle domande.

Google Now batte Siri e Cortana

Se vi state chiedendo che tipo di domande sonos tate fatte agli assistenti virtuali, un esempio è "ciò che provoca il morbo di Alzheimer?". Altro esempio: "Il radon è un attinide?". I due sviluppatori hanno creato appositamente un database di domande del genere, volutamente difficili, per spingere al massimo le capacità degli assistenti.

Anche se Google Now ha vinto e Cortana ha perso questa sfida, gli sviluppatori hanno sottolineato che di sicuro c'è da dire che nessuno dei tre assistenti personali è riuscito ad impressionare. Quanto tempo ci vorrà perchè almeno uno degli assistenti tra Siri - Cortana - Google Now riuscirà ad andare oltre la soglia del 50% nel rispondere alle domande difficili?.

Cortana è il software di assistenza e riconoscimento vocale sviluppato da Microsoft per il sistema operativo Windows Phone. La versione per Windows 10 è attualmente in sviluppo e verrà rilasciata inclusa nella versione finale del sistema operativo. Cortana è stato presentato per la prima volta da Joe Belfiore il 2 aprile 2014 alla BUILD a San Francisco in occasione della presentazione di Windows Phone 8.1, prima versione della famiglia ad integrarlo. L'assistente riprende il nome dall'omonimo personaggio della serie di videogiochi per Xbox Halo.

Google Now è il software di assistenza personale intelligente della società Google Inc. per la piattaforma Android e iOS. Il 29 aprile 2013, Google ha introdotto all'interno della sua app di ricerca per iOS il servizio di Google Now. Google Now usa una interfaccia utente in lingua naturale per rispondere alla domande, dare consigli ed eseguire azioni, delegando le richieste a una serie di servizi web.

Siri è il software di riconoscimento vocale di Apple integrato nell'iPhone 4S, nell'iPhone 5, nell iPad Air, nell'iPad (quarta generazione), nell'iPad (terza generazione), nell'iPad mini, nell'iPod Touch 5G, nell'iPhone 5s e nell'iPhone 5c. Siri è stato presentato da Tim Cook il 4 ottobre 2011 all'evento "Let's talk iPhone" e reso disponibile il 12 ottobre 2011 in versione beta. Siri, dall'introduzione di iOS 6, è disponibile anche in italiano. Il nome 'siri' in norvegese significa “bella donna che ti porta alla vittoria”.

Google Now piu' accurato di Siri, secondo uno studio

Google Now è più preciso rispetto a Siri di Apple del 2%, secondo un nuovo test condotto da un analista che ha fatto 800 domande ai due assistenti vocali.
Nella battaglia degli assistenti personali virtuali, Google Now sembra avere il vantaggio rispetto a Siri di Apple. Almeno questo è quello che uno studio condotto dall'analista di Piper Jaffray Gene Munster ha messo in luce.
 
Il servizio di Google è leggermente più preciso di Siri di Apple, nonostante la situazione fosse opposta lo scorso dicembre.
 
Google Now e Siri sono stati testati da Munster tenendo conto di 800 domande su informazioni locali, commercio, navigazione, informazioni generali e i comandi per attivare funzioni del sistema operativo. Munster ha tenuto conto di quanto l'assistente vocale ha capito ciò che gli è stato chiesto a voce, così come la precisione delle risposte fornite. Google Now è riuscito a dare risposte precise all'86% delle domande, rispetto all'84% di Siri. Nel mese di dicembre scorso, quando è stato condotto un test simile, l'assistente di Apple ha avuto il vantaggio con la percentuale dell'83% contro l'81% di Google Now.
 
Questa volta, Google Now è riuscito meglio a trovare i dati di navigazione e informazioni locali e generali. Now è risultato peggiore di Siri nei comandi per attivare alcune funzioni del sistema operativo, anche se è migliorato in questo campo rispetto al test precedente. Siri è stato in grado di rispondere al 4% delle domande in proprio, senza dirigere l'utente ad un motore di ricerca o un sito web. Questo è un netto miglioramento dallo studio di dicembre, quando la percentuale era sotto l'1%.
Alla fine, Munster ha dato i voti: una B per Google Now (C+ lo scorso anno), mentre Siri ha dovuto accontentarsi di una B- (un miglioramento rispetto al C+ precedente).
 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?