Intel prepara i quad core per il settore Mobile

 

Causa enormi problemi offerti da Windows  Vista, Intel ha fatto sapere che nei prossimi mesi rilascierà i primi processori Quad Core per Notebook e dispositivi mobili

Scritto da Redazione il 16/07/08 | Pubblicata in Produttori | Archivio 2008

 

Causa enormi problemi offerti da Windows  Vista, Intel ha fatto sapere che nei prossimi mesi rilascierà i primi processori Quad Core per Notebook e dispositivi mobili.

Una decisione obbligatoria per sostenere la crescente richiesta di potenza di calcolo per notebook ormai sempre più simili a Pc Desktop per tipologia di utilizzo e utilizzati sempre di più come veri e propri sostituti del pc tradizionali, con giochi e programmi sempre più esigenti.

La prima versione del Quad Core mobile dovrebbe trovare posto nel DreamBook Style 9008 di Pioneer che sarà commercializzato ad un prezzo indicativo di 1390 dollari, pari a circa 890 euro.

Intel: 1,6 miliardi di utili nel II trimestre 2008

 
I principali punti degni di nota sul trimestre sono: 

· Fatturato in crescita del +9% rispetto all’anno precedente 
· Risultato operativo +67%rispetto all’anno precedente 
· Utile netto di 1,6 miliardi di dollari; utili per azione di 28 centesimi 


In un momento particolarmente difficile dal punto di vista economico, soprattutto in Italia, con il costo dell’energia in continua crescita, il settore IT sta offrendo opportunità concrete alle imprese attraverso soluzioni che aiutano a ridurre costi e consumi.
Ad esempio Iride Energia, insieme a Intel, ha dato vita a un progetto di virtualizzazione e consolidamento del proprio datacenter, che le ha permesso di creare 200 server virtuali su 15 macchine fisiche, diminuendo i consumi energetici e ottenendo un risparmio sui costi fino al 70%. 

Sempre in Italia è degno di nota il progetto realizzato da Intel con Olidata che ha portato al lancio del JumPC, un netbook studiato per i ragazzi dai 6 ai 10 anni sulla base del progetto Classmate di Intel per favorire l’introduzione del PC nel processo educativo e di crescita dei giovani. 
 

Accordo Intel e Fcebook per infrastruttura Intel Xeon

 
 Facebook e Intel Corporation intendono collaborare per ottimizzare l'hardware e il software, per lo sviluppo dell'infrastruttura del data center di Facebook.
Con l'aumento della popolarità a livello mondiale, Facebook prevede di installare migliaia di server basati su processori Intel Xeon il prossimo anno per soddisfare i requisiti di elaborazione delle proprie applicazioni multimediali sempre più complesse, che includono video, musica, foto e molto altro. 

Per massimizzare il ritorno sull'investimento effettuato in questa infrastruttura, Facebook e Intel hanno siglato un accordo di collaborazione finalizzato alla valutazione della tecnologia, ai benchmark e all'ottimizzazione del software per l'Architettura Intel.
Da parte sua Intel si impegnerà a rispondere ai requisiti di elaborazione di Facebook tramite la valutazione di varie configurazioni di chipset e piattaforme server, la distribuzione dei processori più efficienti dal punto di vista energetico e l'allocazione di risorse di software engineering per sfruttare al meglio le prestazioni ottimali dei server di Facebook. 

Nei mesi scorsi, Facebook ha sottoposto a rigorosi test e benchmark diverse piattaforme server in varie situazioni, e ha scelto il processore Intel Xeon serie 5400 per le nuove installazioni, iniziate a luglio.
 

Intel e Iride Energia per datacenter ecologici

 
La strada al risparmio energetico dei datacenter, veri e propri divoratori di energia elettrica è ancora molto lunga, tuttavia gli sforzi effettuati fin'ora sono sulla buona strada con varie soluzioni, dall'utilizzo del fotovoltaico alla migliore efficienza delle componenti Server.

Di recente, Iride Energia, società del Gruppo Iride che opera nei settori della produzione e della distribuzione dell'energia elettrica, nonché della produzione dell'energia termica per teleriscaldamento, sta sviluppando, in collaborazione con Intel, il maggiore produttore al mondo di microprocessori, un progetto di virtualizzazione del proprio data center, in un contesto di disaster recovery, che ha portato a consolidare oggi un totale di 200 macchine virtualisu sole 15 macchine fisiche ed ha già permesso di migliorare l’efficienza delle macchine, ottenendo un risparmio sui costi di gestione sino al 70%.
 

Intel Carry Small, Live Large: dispositivi pensati per la mobility

 
Prima dell'inizio dell'Intel Developer Forum, che si svolge da oggi al 21 agosto, Intel Corporation ha organizzato alcuni briefing sul tema della ricerca, con l'auspicio di collegare il mondo digitale con il mondo virtuale.
Per quanto riguarda il comparto Mobile, Mary Smiley ha presentato una delle principali aree di indagine nel contesto della ricerca Intel Carry Small, Live Large.
 L'obiettivo è di creare una tecnologia che offra maggiore valore aggiunto all'utente grazie a una migliore comprensione delle loro esigenze reali, e della situazione e dell'ambiente in cui si trovano, grazie a sensori e interfacce.
I sensori possono fornire quantità enormi di dati.
Tuttavia, una delle sfide principali della ricerca sui sensori è l'interpretazione e la comprensione accurata dei dati raccolti, affinché se ne possa fare un uso davvero efficace. Smiley ha presentato un progetto di ricerca che impiega i sensori e l'inferenza per la gestione della salute personale. 

Gestione mobile del benessere: questa piattaforma di ricerca “context-aware” monitora in modo continuativo i segni vitali di un individuo e analizza le assunzioni di cibo per stabilire gli obiettivi di fitness e per comprendere meglio il livello di attività e il consumo di cibo.
Diversi sensori corporei forniscono un'analisi migliore, poiché offrono molteplici punti di immissione dati per definire l'attività specifica del soggetto.
Questa dimostrazione ha fornito un'anteprima di potenziali applicazioni per il benessere che trarranno vantaggio dalla raccolta e dall'elaborazione di dati vitali tramite una piattaforma mobile che permette di determinare fattori come tipo e durata di un'attività, o, ancora, intensità e durata (dispendio energetico). 

 

 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?