Cellulare in auto: arrivano chiavi intelligenti e gps

 

L'utilizzo del cellulare mentre si guida è una delle prime cause di incidente, come dimostrato in tantissimi studi prodotti in Europa

Scritto da Redazione il 12/12/08 | Pubblicata in Produttori | Archivio 2008

 
L'utilizzo del cellulare mentre si guida è una delle prime cause di incidente, come dimostrato in tantissimi studi prodotti in Europa.

Proprio per ridurre gli incidenti, l'Università dello Utah sta mettendo a punto una chiave intelligente dotata di Wireless capace, una volta inserita nell'auto, di creare un segnale per bloccare le onde radio del cellulare, rendendolo quindi off line finchè l'auto è in moto e, in caso di chiamata, il cellulare risponderebbe al chiamante informando che l'utente sta guidando.

Questa soluzione, una volta imposta per legge a tutti i produttori di auto, vieterebbe di fatto la possibilità di conversazione al cellulare mentre si guida o l'invio di sms, due cattive abitudini che creano ogni anno migliaia di incidenti in tutta Europa.

Un sistema simile, basato però su Gps, è stato provato in Inghilterra. Il software, utilizzando le informazioni fornite dal Gps interno, sarebbe capace di capire se l'utente sta guidando semplicemente calcolando la velocità di spostamento, potendo cosi capire se l'utente è fermo, sta camminando o guida l'auto, bloccando automaticamente le chiamate in entrata dal cellulare.

Il primo prototipo dovrebbe essere commercializzato tra 6 mesi.

GPS garantisce risparmi su trasporti e tempi di consegna
 
Una ricerca sponsorizzata da Motorola Enterprise Mobility Systems con interviste online attraverso il panel di ricerca di e-Rewards a 255 aziende americane nel campo dei trasporti, della logistica e del manufacturing ha rilevato che i responsabili IT considerano le tecnologie GPS (Global Positioning System) uno strumento essenziale per la forza lavoro sul campo, in quanto aiutano a incrementare la produttività e consentono alle aziende di diventare più efficienti grazie a riduzioni nei costi relativi a lavoro e consumi di carburante. 

Il beneficio più citato è la riduzione dei consumi di carburante, grazie all’ottimizzazione degli spostamenti e la conseguente diminuzione delle percorrenze dei mezzi di trasporto.
Secondo i dati raccolti, i trasportatori su ruote degli Stati Uniti, che sono oltre un milione, potrebbero realizzare un risparmio complessivo pari a circa 53 miliardi di dollari. Segue l'ottimizzazione del lavoro, con un risparmio di circa 54 minuti al giorno, che si traducono in un risparmio medio per azienda di 5,4 milioni di dollari. 

Oltre ai risparmi in termini di costi, le applicazioni basate su tecnologie di localizzazione migliorano anche gli aspetti organizzativi, consentono all'azienda di conoscere con precisione la posizione dei dipendenti e di programmare nel migliore dei modi gli itinerari; il tempo risparmiato può essere dedicato a migliorare la qualità del customer service, o alla ricerca di nuovi Clienti.
 
 
 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?