Un iphone da 99 dollari a Luglio

 

Apple lancerà un iPhone da 99 dollari per coprire la fascia media di mercato con uno smartphone entrylevel che dovrebbe essere presentato intorno a Luglio 2009

Scritto da Redazione il 12/02/09 | Pubblicata in Produttori | Archivio 2009

 
Apple lancerà un iPhone da 99 dollari per coprire la fascia media di mercato con uno smartphone entrylevel che dovrebbe essere presentato intorno a Luglio 2009.

Prezzo decisamente più basso rispetto ai 350-500 euro delle versioni attuali e dovrebbe permettere di incrementare le vendite Apple del 25% salendo cosi da una quota attuale del 12% di mercato al 19%.

L'enorme successo ottenuto dalla versione più costosa ha spinto i vertici Apple ha provare a incrementare la propria quota utilizzando modello a basso costo che però dovrebbero mantenere intatto il fascino degli iPhone più costosi e soprattutto aumentare il proprio bacino di utenti piuttosto generoso in fatto di acquisto e utilizzo di applicazioni e servizi.

Forse Apple ha capito che la vendita di applicativi rende molto di più della vendita di dispositivi mobili?

Toshiba presenta un anti Iphone da 9 millimetri

 
Toshiba presenta un nuovo rivale per Apple iPhone con il nuovo Toshiba TG01, uno smartphone dotato di display da 4.1 pollici con una risoluzioen di 800x600 pixel e soli 9.9 millimetri di spessore con alcuni accorgimenti tattili davvero interessanti che mirano a migliorare l'utilizzo del dispositivo.

Il nuovo Toshiba TG01 e ' dotato di processore Qualcomm SnapDragon da 1 Ghz, utilizzerà Windows Mobile 6.1 con IE e Opera mini come browser di navigazione entrambi con supporto Flash Silverlight,

A livello di connettività supporterà Hsdpa e Hsupa con supporto per rete Wireless 802.11 b/g. Disporrà inoltre di Gps e Bluetooth 2.0

USA: possibile vendita di iPhone in versione economica

 
Secondo l'analista Toni Sacconaghi, per il mercato statunitense Apple potrebbe offrire delle versioni a basso costo di iPhone e senza alcuna spesa fissa mensile legata al contratto di abbinato. Il risultato sarebbe un notevole incremento delle vendite.
 
"Penso ci sarà un'alternativa a basso costo" afferma Sacconaghi, aggiungendo che un telefonino più economico sarebbe in linea con la situazione economica e che spingerebbe gli utenti a spendere i soldi effettuando chiamate anzichè pagare spese fisse mensili dei piani in abbonamento.
 
Oggi chi intende acquistare iPhone negli Stati Uniti in versione prepagata, paga per il cellulare molto di più rispetto a chi lo acquista con un contratto biennale in abbonamento. Chi invece paga almeno 70 dollari mensili per il servizio (e per una durata di due anni) ha un grosso sconto sul suo acquisto.
 
iPhone è già in vendita senza contratti che prevedono esborsi minimi mensili in diversi paesi europei (ad esempio in Italia). Negli Stati Uniti invece non è ancora così.
Ciò che rende realmente costoso iPhone è il suo utilizzo in abbinamento a servizi di trasferimento dati (come la rete 3G) per la navigazione in internet. La soluzione sarebbe quella di eliminare tali costi usando per navigare la rete Wi-Fi o non navigando proprio (e quindi usando le altre innumerevoli funzioni multimediali del cellulare).
 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?