Intel: multa di 1,06 miliardi di euro per concorrenza sleale

 

La casa produttrice di chip Intel è stata sanzionata con una multa record di 1,06 miliardi di euro (pari a 1,45 miliardi di dollari americani o di 948 milioni di sterline inglesi) dalla Commissione Europea per concorrenza sleale

Scritto da Maurizio Giaretta il 14/05/09 | Pubblicata in Produttori | Archivio 2009

 

La casa produttrice di chip Intel è stata sanzionata con una multa record di 1,06 miliardi di euro (pari a 1,45 miliardi di dollari americani o di 948 milioni di sterline inglesi) dalla Commissione Europea per concorrenza sleale.

La super sanzione polverizza il record precedente, che era detenuto da Microsoft. L'azienda di Bill Gates era stata sanzionata per 497 milioni di euro nel 2004 per abuso di posizione dominante.

La Commissione Europea sostiene che, nel periodo compreso tra il 2002 e il 2007, Intel ha pagato i produttori e i venditori per avere i suoi chip montati sui computer a discapito di quelli della concorrente Advanced Micro Devices (AMD).

Intel ha annunciato che si appellerà contro questa sentenza.

Il vicepresidente di Intel, Bruce Sewell, ha affermato alla BBC che si tratta di un modo per "cancellare il nostro nome e far fuori la compagnia". Lo stesso Sewell ha negato categoricamente che l'azienda possa aver pagato i produttori per favorire i suoi prodotti a discapito di quelli dei concorrenti.

La sanzione soddisfa a pieno AMD, che aveva presentato ricorso nel 2000, nel 2003 e nel 2006.
 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?